CONDIVIDI

Gli account verificati sono già presenti in altre piattaforme social come Twitter e Facebook, ma ora fanno la loro comparsa anche sull’app di messaggistica WhatsApp.

A differenza di altre piattaforme, su WhatsApp gli account verificati sono un’esclusività degli account aziendali. Si tratta di un programma pilota che l’applicazione di messaggistica ha avviato con alcune aziende. Da sempre i suoi sviluppatori hanno affermato che non sarebbe stata mai introdotta la pubblicità sul servizio, e questo potrebbe essere un modo per trarne un’entrata economica senza ricorrere agli annunci.

Facebook ha acquistato WhatsApp pagandola miliardi, ed è naturale che ora cerchi un modo per ritornare del suo investimento. Anche se non c’è nulla di ufficiale, l’introduzione degli account verificati aziendali potrebbe andare in questa direzione. Va poi considerato che l’app di messaggistica ha più di un miliardo di utenti attivi e molte aziende già la usano per attirare nuovi clienti o fidelizzare quelli esistenti.

Ma come funzionano gli account verificati aziendali su WhatsApp?

Gli account business che sono stati verificati da WhatsApp sono segnalati con un’icona verde. Se quindi vediamo comparire questa icona accanto al nome di un contatto, vuol dire che il suo numero di telefono appartiene ad un account business.

I messaggi scambiati con un utente business verificato presenteranno uno sfondo giallo e questi messaggi non possono essere eliminati dalla chat.

Se il numero di telefono associato a un account business è anche salvato con un nome nella rubrica del telefono, su WhatsApp apparirà con lo stesso nome della rubrica. Se invece non è già presente nella propria rubrica telefonica, apparirà comunque il suo nome, ma sarà quello che l’azienda ha scelto per il suo profilo.