CONDIVIDI

Con un piccolo trucco possiamo cancellare le tracce delle nostre attività sul PC e impedire che altri sappiano i documenti che abbiamo aperto di recente.

Windows memorizza le attività che svolgiamo per permetterci di riprendere qualcosa che abbiamo iniziato precedentemente. Cliccando col tasto destro sull’icona di un programma nella barra delle applicazioni possiamo visualizzare ad esempio i documenti recenti che abbiamo aperto in Word, le pagine che abbiamo visualizzato nel browser e così via.

Se da un lato questa funzione è comoda, dall’altro potrebbe compromettere la nostra privacy perché permette ad altre persone che usano lo stesso PC di scoprire le attività che abbiamo svolto di recente sul computer. Modificando una chiave del registro di Windows possiamo però cancellare le attività recenti ogni volta che il computer viene spento.

Per procedere ed eliminare l’elenco dei documenti recenti premere la combinazione di tasti Windows+R, digitare regedit e cliccare su OK. Si aprirà quindi la finestra dell’Editor del Registro di sistema. Andare in  HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer. Cliccare quindi col tasto destro nella finestra di destra, selezionare Nuovo e scegliere Valore DWORD (32-bit). Chiamare la nuova chiave con ClearRecentDocsOnExit e premere Invio.

Fare quindi doppio clic sulla chiave appena creata, in Dati valore impostare 1 e premere OK. A questo punto, quando spegniamo il computer o lo riavviamo, lo storico dei documenti recenti viene cancellato. In futuro per disabilitare questa funzione sarà sufficiente impostare nuovamente il valore in 0.