Bebo ritorna reinventandosi app di messaggistica

Dopo essere stato uno dei social network più in voga di qualche anno fa, prova a rilanciarsi trasformandosi in un applicazione di messaggistica

bebo logoChi ha qualche anno in più, sicuramente avrà sentito parlare di Bebo, un vecchio social network fondato nel 2005 da una coppia di sposi inglesi, Michael e Xochi Birch. In pochissimo tempo raggiunse i 10 milioni di utenti attivi affermandosi come uno dei social network col più veloce tasso di crescita.

Un successo che spinse AOL ad acquistarlo nel 2008 per la ragguardevole cifra di 850 milioni di dollari. Ben presto, però, la stella di Bebo andò spegnandosi, surclassato da Facebook e Twitter. L’azienda, destinata al fallimento, è stata però riacquistata dai suoi fondatori l’anno scorso per la cifra di 1 milione di dollari.

bebo 1Michael e Xochi puntano ora al suo rilancio ma sotto una nuova veste. Bebo non è più un social network, ma è diventato un’applicazione di messaggistica per iOS e Android. L’idea è quella di fornire uno strumento per rimanere in contatto con gli amici in modo divertente, personale e creativo. Come hanno affermato i suoi ideatori, si tratta di un’app per gente che non si prende troppo sul serio.

Per utilizzare l’applicazione si deve innanzitutto creare il proprio Bebo, un avatar che ha le sembianze di un personaggio dei fumetti. Per messaggiare poi si utilizzano gli #hashtags, che consentono di fare tantissime cose come esprimere il proprio stato d’animo, svolgere azioni, inviare musica mentre si chatta e molto altro ancora.

Riusciranno Michael e Xochi a rilanciare Bebo? È ancora presto per dirlo, ma loro si sono detti fiduciosi e, come hanno riportato su Twitter, “sarà divertente provarci”.

top reviews

Recensione iPad Pro 12,9” 2018, vale l’acquisto?

Nuovo design, performance al top, ma può davvero sostituire un computer portatile? Scoprilo con la nostra prova. Il nuovo iPad Pro rappresenta sicuramente un netto...

Beats Studio al banco di prova

Ecco la nostra recensione delle Beats Studio per scoprire se vale la pena spendere 300 euro per un paio di cuffie Fondata nel 2008 dal...

Recensione JBL Link 20

Uno speaker portatile intelligente con Google Assistant capace di riprodurre anche un ottimo sound JBL è uno dei maggiori produttori di speaker portatili e la...

Nespresso Expert recensione: vale la pena spendere 200 euro per un caffè?

Ci siamo fatti un caffè con la Nespresso Expert per capire se vale la pena spendere quasi 280 euro per un espresso La Nespresso Expert è l’ultimissimo...

how to

Proteggere i bambini su Internet

Come bloccare i contenuti non adatti ai bambini quando navigano su Internet senza dover installare programmi o altre applicazioni. Lasciare i bambini liberi di navigare...

Stampare le pagine web senza pubblicità e immagini inutili

Ecco come eliminare immagini e pubblicità presenti nelle pagine Web per stamparle senza sprecare inchiostro inutilmente Navigando su Internet capita di trovare pagine web interessanti da...

Guardare i video di YouTube bloccati

Capita di non riuscire a visualizzare un video di YouTube. A volte perché non più disponibile o perché l’utente lo ha pubblicato come Privato. Altre...

Come trovare la password del router

Per navigare su Internet da casa solitamente dobbiamo collegarci al modem/router. Potrebbe ad un certo punto essere necessario accedere al pannello di controllo del...

Foto HEIC, come visualizzarle su Windows

HEIC è un altro nome per HEIF (High Efficiency Image Format) che è un formato immagine che Apple ha introdotto da poco sui suoi...