Facebook traccia i tuoi acquisti

Gli inserzionisti potranno conoscere le abitudini di shopping degli utenti sul social network, le volte che hanno cliccato su un annuncio, da quale dispositivo lo hanno fatto e dove hanno effettuato l’acquisto

È stato proprio lo stesso social network a dare notizia di questa nuova possibilità per gli inserzionisti, possibilità che sicuramente riceverà molte critiche da chi si batte per la tutela della privacy online. È già da tempo che Facebook si trova sotto osservazione per come gestisce i dati del miliardo di utenti che frequentano la sua piattaforma sociale. Ma da quando ha fatto il suo ingresso in Borsa, l’azienda ha dovuto sviluppare strategie per attirare nuovi inserzionisti pubblicitari per aumentare i ricavi. E gli ultimi risultati finanziari hanno dimostrato che la scelta di puntare sui dispositivi mobile è stata quella giusta.

Ora il social network si trova tra due fuochi: da una parte ci sono quelli che lo accusano di violare la privacy degli utenti, dall’altra ci sono gli inserzionisti che vorrebbero capire se effettivamente mettere i loro annunci sui dispositivi mobile sia conveniente.

Facebook ha così deciso di mettere a disposizione degli inserzionisti uno strumento che incrocia i dati prelevati dalle attività svolte su PC, smartphone e tablet in modo che gli inserzionisti possano sapere su quali dispositivi sono stati visualizzati gli annunci e dove invece è stato effettivamente effettuato l’acquisto.

In questo modo Facebook vuole dimostrare come siano utili gli annunci sui dispositivi mobile anche se poi gli acquisti vengono effettuati sul computer. Attraverso uno studio, infatti, la società ha rilevato come quasi il 30% delle persone che avevano cliccato su un annuncio su uno smartphone o su un tablet, poi si era trasformato in un acquisto nell’arco del mese successivo.

Va ricordato inoltre che Facebook ha recentemente acquisito LiveRail per circa mezzo miliardo di dollari, società che gli permetterà di distribuire video pubblicitari anche al di fuori della sua piattaforma sociale.

top reviews

Recensione Amazon echo spot: può davvero rivaleggiare con Google Home?

Tutte le nostre impressioni dopo una settimana con l’echo spot: può davvero rivaleggiare col Google Home? Amazon ha reso disponibile da poco in Italia i...

LG 55C6V: la nostra recensione

Dopo un paio di mesi con l’LG 55C6V, ecco la nostra recensione di una delle Smart TV Oled più interessanti sul mercato Il 2017 sarà...

Nespresso Expert recensione: vale la pena spendere 200 euro per un caffè?

Ci siamo fatti un caffè con la Nespresso Expert per capire se vale la pena spendere quasi 280 euro per un espresso La Nespresso Expert è l’ultimissimo...

Apple HomePod unboxing: recensione e prime impressioni

HomePod è lo speaker intelligente di Apple. Ho già trattato questa categoria di prodotti, soffermandomi sugli speaker intelligenti alimentati dall’Assistente Google e che da...

how to

Come cancellare le foto indesiderate su WhatsApp

Ogni giorno su WhatsApp ricevi immagini di ogni tipo. Tra le foto dei tuoi cari, però, ci sono anche le foto divertenti che i...

Waze, il navigatore salva automobilisti arriva su Android Auto

Waze, il navigatore salva automobilisti arriva su Android Auto e ora è possibile installarlo sulle automobili di tutti i costruttori. In questi anni è diventato...

Scoprire da dove è stata inviata una email

Ci sono diversi modi per scoprire da dove è stata inviata una email e potremmo volerlo sapere per diverse ragioni. Verificare se la persona...

Essere invisibile su Facebook Messenger, ecco come

Facebook Messenger ti consente non solo di inviare messaggi, ma anche di fare chiamate e videochiamate. A volte, però, potresti voler essere irraggiungibile pur...

Come scaricare torrent video su iOS senza jailbreak

Possiamo aggirare le limitazioni di Apple e scaricare un film da BitTorrent su iPhone e iPad anche senza dover eseguire alcun jailbreak. Sull’App Store non...