Filamento per stampante 3D, quale scegliere tra PLA e ABS?

Entrambi questi tipi di filamento hanno vantaggi e svantaggi, ecco cosa devi sapere per scegliere quello giusto per la tua stampante 3D.

L’ABS e il PLA sono i due tipi di filamento più comuni usati per le stampanti 3D. Sono entrambi materiali termoplastici: scaldandoli diventano malleabili o liquidi. Hanno, però, caratteristiche diverse e di conseguenza campi d’impiego diversi.

Scegliere il filamento giusto per la stampante 3D è fondamentale per l’oggetto finale che si vuole realizzare. Per capire se è meglio acquistare un filamento PLA o ABS, ti illustro a parole molto semplici le loro caratteristiche, con pregi e difetti dell’uno rispetto l’altro.

Vantaggi e svantaggi del filamento PLA

Il termine PLA sta per Polylactic acid, un materiale termoplastico biodegradabile che si ottiene da risorse rinnovabili, come amido di mais, soia, canna da zucchero, radici di manioca, patatine fritte. Non è tossico nella forma solida, mentre lo è se inalato o assorbito come vapore o liquido.

Il PLA viene comunemente usato per imballaggi di alimenti, bicchieri di plastica o impianti medici che si biodegradano nel tempo. E naturalmente viene utilizzato nella stampa 3D perché si scioglie facilmente.

Ha una temperatura di fusione intorno ai 180-220 °C e non emana odore. Quando si stampa al massimo si avverte un leggero odore dolciastro come quello del mais o del miele. Può quindi essere utilizzato tranquillamente in casa e gli oggetti realizzati con la stampante 3D sono perfettamente adatti ai bambini. I filamenti in PLA sono disponibili in una grande varietà di colori.

Tra gli svantaggi c’è sicuramente il fatto che ha una bassa temperatura di fusione. In presenza di calore, quindi, può deformarsi facilmente e gli oggetti creati in PLA iniziano a disintegrarsi dopo un anno. Il PLA, quindi, non è adatto per la realizzazione di mock-up o di oggetti con dettagli di alta qualità.

A causa del fatto che è biodegradabile, deve essere conservato lontano dall’umidità. Proprio per questo i filamenti sono venduti in confezioni ermeticamente sigillate e sotto vuoto.

Vantaggi e svantaggi del filamento ABS

ABS sta per Acrylonitrile Butadiene Styrene, ed è sempre un materiale termoplastico a base di olio. L’ABS è utilizzato in tantissimi campi di applicazioni, come finiture automobilistiche, caschi, giocattoli e altro ancora.

L’ABS ha una temperatura di fusione intorno ai 180-220 °C e, a differenza dal PLA, quando si scioglie emana odore di plastica bruciata. Non è tossico, non sono noti effetti nocivi per la salute in seguito alla sua esposizione ed è facilmente riciclabile come plastica normale.

Gli oggetti stampati in ABS vantano una resistenza, una flessibilità e una durata superiore a quelli realizzati con PLA. Se si utilizza un filamento incolore, è poi facile verniciarlo nella tinta desiderata. Essendo più duro e resistente, si presta bene per la realizzazione di elementi che vanno poi incastrati tra di loro.

Lo svantaggio maggiore dell’ABS è l’odore che emana quando viene stampato. Si avverte il classico odore di quando viene bruciata la plastica. Potrebbe essere meno indicato per la stampa in casa, o comunque si deve usarlo in una stanza ben ventilata.

PLA o ABS, quale scegliere?

L’ABS è più duro e resistente, quindi si presta bene a un ventaglio di applicazioni maggiori. È indicato quando si devono realizzare elementi di prodotti più complessi ma l’odore che emana durante la stampa potrebbe risultare molto fastidiosa.

Il PLA è meno resistente, ma la sua non tossicità e la biodegradabilità lo rendono ideale per l’uso in casa e per i bambini. Dal punto di vista del prezzo, non c’è praticamente differenza. Una bobina di filamento da 1 Kg costa circa 15-20 euro.

top reviews

iPhone X contro Pixel 2 XL, scontro tra titani

Abbiamo trascorso una settimana con l’iPhone X e il Pixel 2 XL, i due top di gamma di Apple e Google, ma quale ci...

Recensione Beats Studio3 Wireless

La nostra prova delle cuffie senza fili progettate da Apple per goderti la musica in movimento completamente isolato dai rumori ambientali. Gli AirPods sono gli...

Nespresso Expert recensione: vale la pena spendere 200 euro per un caffè?

Ci siamo fatti un caffè con la Nespresso Expert per capire se vale la pena spendere quasi 280 euro per un espresso La Nespresso Expert è l’ultimissimo...

Apple TV 4K, la nostra recensione

Insieme a tutte le novità presentate da Apple in questi ultimi mesi c’è anche la Apple TV 4K. Finalmente anche il piccolo dispositivo della...

how to

Sapere a quale gestore appartiene un numero di telefono anche straniero

Tre metodi semplici per scoprire a quale operatore di telefonia appartiene un numero di cellulare, italiano e internazionale. Può capitare di voler sapere a quale...

Trucchi iOS, usare l’iPhone per spiare qualcuno senza jailbreak

Una funzione nascosta di iOS ti permette di trasformare l’iPhone in un microfono spia e ascoltare in segreto le conversazioni di qualcuno. Con iOS 12...

Abilitare il riconoscimento facciale in Google Foto

Il riconoscimento dei volti di Google Foto è disponibile solo negli USA, ma c’è un modo per attivarlo anche in Italia. Il riconoscimento dei volti...

Come accedere al pannello di controllo in Windows 10

Nelle ultime versioni di Windows 10 il vecchio Pannello di controllo è stato nascosto, ma ci sono diversi modi per avviarlo. Nell’ultimo sistema operativo di...

Come fare il root del Google Pixel 3 e Pixel 3 XL con Magisk

Ecco la procedura aggiornata per sbloccare il Google Pixel 3 e il Google Pixel 3 XL usando il root con Magisk. Il root di un...