Qualche giorno fa era toccato a Ebay. Adesso all’azienda svedese, leader della musica in streaming on demand, che è finire nella rete dei cybercriminali. A renderlo noto è stata proprio Spotify dalle pagine del suo blog e attraverso una mail inviata a tutti gli utenti Android avvisandoli di aggiornare l’App e reinserire la password. Non sarebbero coinvolti gli utenti iOS e Windows Phone. Comunicazioni ufficiali parlano di attacco contenuto. Sembra che grazie ad una falla qualcuno sia riuscito ad accedere a sistemi e dati interni della società per fortuna senza riuscire a rubare informazioni sensibili come password e codici di pagamento. Considerati i danni esigui, forse le misure di “allerta utenti adottate” possono sembrare eccessive, ma quando si parla di privacy la prudenza non mai troppa!