LinkedIn paga 6 milioni di dollari per straordinari non corrisposti

Passo falso della più grande piattaforma dedicata ai professionisti che, accusata dai suoi dipendenti di non aver pagato gli straordinari, si vede costretta a patteggiare la somma di 6 milioni di dollari per chiudere velocemente il contenzioso.

Non è stata sicuramente una bella pubblicità la notizia che il social network che aiuta le persone a offrire e cercare lavoro, si sia in un certo modo approfittato dei suoi dipendenti. Il caso ha riguardato 359 lavoratori degli uffici di LinkedIn in California, Nebraska, Illinois e New York che avrebbero effettuato diverse ore di lavoro straordinario che poi l’azienda non ha riconosciuto in busta paga.

Il vicepresidente della comunicazione, Shannon Stubo, si è giustificato dicendo che per un piccolo sottoinsieme della forza lavoro l’azienda non ha avuto gli strumenti adeguati per calcolare correttamente le ore di lavoro effettivamente svolte dai dipendenti.

Il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha così condannato LinkedIn a pagare una multa di circa 6 milioni di dollari, di cui 3,3 milioni per le ore di straordinario non corrisposto e 2,5 milioni di danni. Gli investigatori hanno comunque fatto sapere che l’azienda si è dimostrata molto disponibile e collaborativa durante le indagini.

Nonostante questo mezzo passo falso, le azioni di LinkedIn continuano a salire anche perché la solidità dei conti non giustificherebbe una condotta poco virtuosa nei confronti dei salari dei suoi dipendenti.

top reviews

Recensione Amazon echo spot: può davvero rivaleggiare con Google Home?

Tutte le nostre impressioni dopo una settimana con l’echo spot: può davvero rivaleggiare col Google Home? Amazon ha reso disponibile da poco in Italia i...

Recensione JBL Link 20

Uno speaker portatile intelligente con Google Assistant capace di riprodurre anche un ottimo sound JBL è uno dei maggiori produttori di speaker portatili e la...

Recensione iPad Pro 12,9” 2018, vale l’acquisto?

Nuovo design, performance al top, ma può davvero sostituire un computer portatile? Scoprilo con la nostra prova. Il nuovo iPad Pro rappresenta sicuramente un netto...

Recensione Google Pixel Buds

Sebbene non siano ancora disponibili in Italia, abbiamo deciso di farcene arrivare una coppia direttamente dagli USA per fare una review dei Pixel Buds,...

how to

I migliori tool per fare il root di Android

Avrai sicuramente sentito parlare del root di un dispositivo Android. Ci sono diversi modi per fare il root di uno smartphone Android o anche...

Come conoscere la capacità della batteria del notebook

Ecco una guida per conoscere di quanto si è ridotta la capacità della batteria del computer portatile e se è il caso di cambiarla. Col...

Ripulire profilo Facebook velocemente

Se in passato hai pubblicato su Facebook messaggi compromettenti o di cui ti sei pentito, ecco come cancellarli velocemente con pochissimi clic. Ripulire profilo Facebook...

Windows ci saluta con un messaggio audio personalizzato

Con questa piccola guida possiamo impostare un messaggio audio personalizzato da far riprodurre a Windows ogni volta che viene avviato Non sarebbe bello che il...

Sapere a quale gestore appartiene un numero di telefono anche straniero

Tre metodi semplici per scoprire a quale operatore di telefonia appartiene un numero di cellulare, italiano e internazionale. Può capitare di voler sapere a quale...