Nuova class action contro Facebook, questa volta in Austria!

Max Schrems dichiara guerra a Facebook sostenendo che il social network ha violato le leggi comunitarie sulla privacy e per questo deve essere condannata a un risarcimento di circa 500 euro per utente

facebook class action

Diciamo che innanzitutto le class action sono uno strumento utilizzato in Ameria e non previsto dal diritto austriaco. In Austria, però, persone diverse possono assegnare le loro rivendicazioni a una sola persona che poi può citare in giudizio per conto di terzi e ridistribuire i danni che eventualmente verranno riconosciuti.

Al momento la Corte di Vienna non ha ancora deciso se accettare o meno la causa, e molti dubbi sorgono anche per il fatto che le persone che hanno aderito a questa class action non sono tutte austriache.

Schrems ha invitato a unirsi alla sua causa anche utenti al di fuori dell’Austria che possono iscriversi sul sito fbclaim. Attualmente sono circa 22 mila le persone che hanno aderito ma l’obiettivo è quello di raggiungere i 25 mila, limite oltre il quale sarebbe impossibile per Schreams e il suo team verificare le richieste di ognuno.

Di questi 22 mila che hanno aderito per ora, 5000 sono tedeschi, 4000 austriaci, 2500 olandesi e altri provengono per lo più da Finlandia, Croazia, Gran Bretagna, Belgio, Francia, Serbia e Polonia. La causa verrà intentata contro la sede di Facebook in Irlanda, che è quella responsabile dei dati degli utenti che si trovano al di fuori degli Stati Uniti e del Canada.

A Facebook viene contestato il non rispetto delle leggi comunitarie sulla privacy, in special modo riguardo alla partecipazione al programma di sorveglianza statunitense Prism e di come gli utenti vengano tracciati anche sui siti di terze parti cliccando sul pulsante Like.

Molti hanno mosso delle critiche a questo tipo di cause perché dicono che se non vogliono che i loro dati siano processati da Facebook basta che cancellino la loro registrazione dal social network. Schrems, invece, sostiene che Facebook è un sistema chiuso e non esiste un’altra alternativa a cui gli utenti possono rivolgersi. In altre parole, nel Mondo moderno non è possibile farne a meno e questo deve spingere le autorità competenti a far sì che i dati degli utenti siano al sicuro.

La class action contro Facebook prevede un danno quantificato in € 500 a persona, ovvero 12,5 milioni di euro considerati i 25 mila che dovrebbero aderire. Si tratta di spiccioli per il social network, ma se dovesse essere condannata potrebbe avere conseguenze molto più pesanti per il futuro.

Ultime Recensioni

CyberGhost VPN, accedi a tutti i siti web in modo sicuro e senza censura

L’idea di un’Internet completamente libero e sicuro è per ora un miraggio. I grandi giganti del web cercano di controllare le nostre attività per...

Sony WH-1000XM3, sono davvero le migliori cuffie bluetooth?

Cosa hanno di così tanto speciale le Sony WH-1000XM3 per costare ben 380 euro? Per saperlo la cosa migliore era provarle. Così me ne...

Recensione Google Nest Hub, smart display by BigG

Ho passato qualche giorno col piccolo display intelligente di Google, non è perfetto ma dopo averlo provato diventa difficile staccarsene. Amazon non è più l’unico...

Recensione Audio-Technica ATH-M50xBT

Cuffie bluetooth di qualità per veri intenditori e audiofili che cercano la pulizia del suono e godersi ogni sfumatura della loro musica preferita. Audio-Technica è...

GUIDE E TRUCCHI

Bloccare un video su YouTube quando non guardi il monitor

Per non perdere neanche un secondo di un video su YouTube, ecco come metterlo in pausa automaticamente quando ti distrai. Capita a volte di distrarsi...

Seer, visualizzare anteprime video in Esplora File e non solo

Con questo piccolo tool puoi visualizzare anteprime di video e documenti in Esplora File e senza doverli aprire. Quando ti serve un file di cui...

Come installare eMule su Nas Synology

Metti a scaricare i tuoi file con eMule usando un Nas Synology, con questa guida non ti serve il PC e hai sempre ID...

Promo Image Resizer, ridimensionare foto per Facebook, Twitter etc

Uno strumento gratuito e facile da usare per convertire le immagini nelle dimensioni giuste per ogni social network Ogni social network consente di caricare immagini...

Scoprire l’identità di una persona da una semplice foto? È possibile!

Abbiamo raccolto per voi i migliori motori di ricerca per scoprire l'identità di una persona partendo da una sua foto Hai conosciuto qualcuno su Facebook...