Nuova class action contro Facebook, questa volta in Austria!

Max Schrems dichiara guerra a Facebook sostenendo che il social network ha violato le leggi comunitarie sulla privacy e per questo deve essere condannata a un risarcimento di circa 500 euro per utente

facebook class action

Diciamo che innanzitutto le class action sono uno strumento utilizzato in Ameria e non previsto dal diritto austriaco. In Austria, però, persone diverse possono assegnare le loro rivendicazioni a una sola persona che poi può citare in giudizio per conto di terzi e ridistribuire i danni che eventualmente verranno riconosciuti.

Al momento la Corte di Vienna non ha ancora deciso se accettare o meno la causa, e molti dubbi sorgono anche per il fatto che le persone che hanno aderito a questa class action non sono tutte austriache.

Schrems ha invitato a unirsi alla sua causa anche utenti al di fuori dell’Austria che possono iscriversi sul sito fbclaim. Attualmente sono circa 22 mila le persone che hanno aderito ma l’obiettivo è quello di raggiungere i 25 mila, limite oltre il quale sarebbe impossibile per Schreams e il suo team verificare le richieste di ognuno.

Di questi 22 mila che hanno aderito per ora, 5000 sono tedeschi, 4000 austriaci, 2500 olandesi e altri provengono per lo più da Finlandia, Croazia, Gran Bretagna, Belgio, Francia, Serbia e Polonia. La causa verrà intentata contro la sede di Facebook in Irlanda, che è quella responsabile dei dati degli utenti che si trovano al di fuori degli Stati Uniti e del Canada.

A Facebook viene contestato il non rispetto delle leggi comunitarie sulla privacy, in special modo riguardo alla partecipazione al programma di sorveglianza statunitense Prism e di come gli utenti vengano tracciati anche sui siti di terze parti cliccando sul pulsante Like.

Molti hanno mosso delle critiche a questo tipo di cause perché dicono che se non vogliono che i loro dati siano processati da Facebook basta che cancellino la loro registrazione dal social network. Schrems, invece, sostiene che Facebook è un sistema chiuso e non esiste un’altra alternativa a cui gli utenti possono rivolgersi. In altre parole, nel Mondo moderno non è possibile farne a meno e questo deve spingere le autorità competenti a far sì che i dati degli utenti siano al sicuro.

La class action contro Facebook prevede un danno quantificato in € 500 a persona, ovvero 12,5 milioni di euro considerati i 25 mila che dovrebbero aderire. Si tratta di spiccioli per il social network, ma se dovesse essere condannata potrebbe avere conseguenze molto più pesanti per il futuro.

top reviews

Recensione Anycubic Mega-S, stampe 3D per tutti!

Provata la versione aggiornata della i3-Mega, una stampante 3D per realizzare oggetti di grandi dimensioni con un piccolo prezzo. Se stai cercando una stampante 3D...

TP-Link Archer VR2800 vs Asus DSL-AC88U, i migliori modem per la Fibra?

Ecco i migliori modem/router per la connessione fibra e dire addio al modem fornito dall’operatore di telefonia fissa Da qualche mese è possibile sostituire il...

Nuovo Google Daydream View, come va e cosa cambia dal vecchio

Abbiamo provato la nuova versione del visore Google Daydream View per capire se vale la pena acquistarlo e in cosa differisce dal vecchio Col lancio...

Oukitel WP2, rugged phone per tutte le occasioni

Smartphone indistruttibile a meno di 200 euro con impermeabilità IP68, batteria da 10000mAh e funzionalità multimediali complete Punto di riferimento per tutti coloro che cercano...

how to

Installare app ufficiale iliad su iPhone

Sull’App Store ancora non è presente, ma un piccolo trucco di permette di installare l’app ufficiale di iliad per controllare il tuo abbonamento dall’iPhone. Con...

Come collegare uno speaker bluetooth a Google Home

Se l’audio del tuo Google Home non ti soddisfa, puoi migliorarlo collegando uno speaker bluetooth più potente. Ecco come. Google Home è uno speaker intelligente...

Come installare CarBridge e vedere video su CarPlay

Guida per installare il tweak per guardare film, serie tv, iptv, navigare su Internet e usare qualsiasi app su CarPlay. CarPlay è un sistema sviluppato...

Come ottimizzare sito web con Lighthouse

Un utile strumento per fare l’audit a un sito Internet e scoprire le cose su cui agire per migliorarne le performance e l'accessibilità. Per avere...

4 modi per inviare messaggi WhatsApp a numeri non in rubrica

Quattro trucchi testati e funzionanti per inviare un messaggio con WhatsApp a un numero senza doverlo salvare tra i contatti della rubrica Ufficialmente non puoi...