Può capitare di avere alcuni file su una memoria esterna e volerli visualizzare o caricare su un dispositivo mobile. Ad esempio puoi voler collegare una pendrive allo smartphone o anche collegare un hard disk all’iPad così come fai normalmente su un PC.

Se non sai come fare, sei capitato nel posto giusto e cercherò di illustrarti tutte le possibili soluzioni. I modi per farlo sono essenzialmente due: attraverso una porta presente sul dispositivo o via wireless, ovvero senza cavi. Di seguito ti illustrerò tutte le soluzioni possibili e gli accessori di cui hai bisogno.

Collegare chiavetta usb allo smartphone Android

Tutti i dispositivi Android, sia gli smartphone che i tablet, hanno almeno una porta USB che viene utilizzata per la ricarica e per collegarlo al computer. Questa porta USB è più piccola di quella che si trova su un computer e di conseguenza non è possibile utilizzarla con una normale pendrive o con un hard disk esterno.

Occorre un apposito adattatore ma, prima di acquistarlo, è devi controllare che la piccola porta USB presente sul tuo dispositivo supporti la tecnologia OTG (On-The-Go). In genere tutti i nuovi smartphone e i nuovi tablet Android supportano la tecnologia OTG, ma conviene sempre verificare attraverso le specifiche tecniche.

Se lo smartphone o il tablet supporta la tecnologia OTG, il passo successivo consiste nell’acquistare un adattatore. Sui dispositivi Android la piccola porta USB può essere di tipo Micro USB o Type-C. Di conseguenza devi acquistare un adattatore che ti consente di collegare una periferica USB standard col tipo di porta USB presente sul tuo dispositivo.

micro usb e type c

Su Amazon trovi tantissimi adattatori per tutte le esigenze e di qualsiasi prezzo. Se la porta sul tuo smartphone è di tipo Micro USB, puoi ad esempio acquistare il seguente adattatore:

adattatore USB A Micro-USB B

Se invece hai uno smartphone più recente, è molto probabile che tu abbia la porta USB Type-C. In questo caso puoi prendere un adattatore come il seguente:

Adattatore USB C a USB 3.0

Collegare pendrive all’iPhone o all’iPad con un adattatore

Sull’iPhone e sull’iPad non c’è una porta USB, né grande né piccola, ma c’è la porta Lightning, che è un’interfaccia che si trova solo sui dispositivi Apple. Esistono in vendita degli adattatori da Lightning a USB come il seguente:

Adattatore da Lightning a USB

A differenza di quello per i dispositivi Android, però, questo adattatore non ti consente di collegare una chiavetta USB all’iPhone o all’iPad come fai sul PC, ma puoi utilizzarlo per collegare una fotocamera digitale per trasferire le foto e i video. Quindi non puoi ad esempio collegare un hard disk all’iPhone col cavo, ma dovrai utilizzare una delle altre soluzioni che ti mostro di seguito.

Collegare pendrive all’iPad o all’iPhone senza adattatore

Come ti ho detto prima, non puoi usare un adattatore per collegare una chiavetta USB all’iPad o all’iPhone come si fa con i dispositivi Android, ma ti occorre acquistare una pendrive che ha già la porta Lightning come la seguente:

Per usarla poi dovrai installare anche un’app che ti permetterà di gestire la pendrive e i file memorizzati al suo interno.

Collegare hard disk all’iPad, all’iPhone e agli altri dispositivi Android via wireless

L’ultima possibilità per collegare una periferica di memoria a un dispositivo mobile è sfruttare il Wi-Fi. Per farlo puoi acquistare un hard disk esterno che è già provvisto di connessione wireless come il WD My Passport Wireless Pro.

Oppure poi trasformare in wireless una pendrive o qualsiasi hard disk USB attraverso un dispositivo come il FileHub RAVPower.

FileHub RAVPower

In entrambi i casi dovrai anche installare un’applicazione sul dispositivo Android o iOS per poi accedere ai file.

About Author

Giovanni Garro

Ingegnere esperto in IT, curioso e appassionato di tecnologia, scrivo di IT da più di 20 anni su alcune delle maggiori riviste giornalistiche del settore tra cui Win Magazine, Quale Computer, Idea Web, Computer Di Più.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.