WhatsApp dice no alla pubblicità, Snapchat ci pensa

Mentre Facebook ha ribadito che non ha intenzione a breve di ricorrere alla pubblicità in WhatsApp, Snapchat introdurrà le inserzioni nel feed Storie nei prossimi mesi

Da pochi giorni è stata perfezionata l’acquisizione di WhatsApp da parte di Facebook, operazione che alla fine è costata molto più della cifra iniziale che era già un record. Ebbene, il social network per avere l’applicazione di messaggistica ha dovuto sborsare quasi 22 miliardi di dollari.

whatsapp_bg

Visto un tale investimento, in molti pensavano che Facebook avesse intenzione di monetizzare l’acquisizione attraverso l’introduzione della pubblicità. Ma Mark Zuckerberg, come riportato da Reuters, ha dichiarato che non ci sono al momento piani futuri per una cosa del genere. D’altra parte molti preferiscono WhatsApp alle altre applicazioni proprio per il fatto che non ci sono banner pubblicitari, link sponsorizzati e acquisti in-app. Il suo modello di business è basato tutto sul dollaro annuale che viene chiesto ai suoi utilizzatori.

Al contrario Snapchat, che l’anno scorso ha rifiutato l’offerta di 3 miliardi di dollari sempre da Facebook, introdurrà a breve le inserzioni pubblicitarie per aumentare le entrate. A renderlo noto è stato Evan Spiegel, CEO dell’applicazione per l’invio di messaggi effimeri, durante un evento organizzato da Vanity Fair a San Francisco.

copertina

Gli annunci non saranno comunque presenti nei messaggi che si autodistruggono dopo pochi secondi, ma nella funzione Storie introdotta recentemente e che consente di aggiungere gli Snap in un feed che può essere visualizzato dai propri amici per 24 ore.

È da vedere se gli inserzionisti saranno interessati o meno a investire in Snapchat, anche perché non è possibile creare campagne mirate ma ci si dovrà proporre a tutti gli utenti.

top reviews

Recensione JBL Link 20

Uno speaker portatile intelligente con Google Assistant capace di riprodurre anche un ottimo sound JBL è uno dei maggiori produttori di speaker portatili e la...

Recensione Huawei MateBook D

La nostra prova del MateBook D, il notebook che sembra un MacBook ma dentro ha Windows e costa la metà. Huawei, forte dell’esperienza accumulata con...

Cowon Plenue M2, recensione del player audio definitivo

Un player audio HD che sa farsi amare da tutti gli audiofili che vogliono ascoltare la musica in tutta la loro qualità originale Chi ama...

Dell XPS 27 all-in-one, la nostra prova

Abbiamo recensito il Dell XPS 27 all-in-one, uno dei migliori sul mercato per lavorare e divertirsi senza compromessi Oggetto della nostra prova è il nuovo...

how to

Come conoscere la capacità della batteria del notebook

Ecco una guida per conoscere di quanto si è ridotta la capacità della batteria del computer portatile e se è il caso di cambiarla. Col...

Guardare i video di YouTube bloccati

Capita di non riuscire a visualizzare un video di YouTube. A volte perché non più disponibile o perché l’utente lo ha pubblicato come Privato. Altre...

Aggiungere gli autovelox ai nuovi navigatori MMI Audi

I navigatori MMI delle ultime Audi non hanno gli autovelox ma con la procedura che vedremo possiamo aggiungerli manualmente Audi, come altri produttori di auto,...

Come usare Waze su Android Auto

Android Auto è la piattaforma che consente di interfacciare lo smartphone Android col sistema infotainment dell’auto e ascoltare la musica, inviare messaggi, controllare la...

Come installare app non ufficiali su Fire TV Stick

Puoi procurarti tantissime app non presenti sullo store ufficiale di Amazon, e aggiungere molte più funzioni al Fire TV Stick. Il Fire TV Stick ha...