WhatsApp: in arrivo chiamate vocali e terza spunta

Dopo aver suporato il traguardo dei 600 milioni di utenti attivi al mese, WhatsApp si appresta a introdurre la chiamata volcale e la notifica per la lettura dei messaggi

 

WhatsApp si è confermato il servizio di messaggistica più utilizzato sui dispositivi mobile raggiungendo i 600 milioni di utenti attivi al mese. Il tutto nonostante il canone annuale e il fatto che abbia qualche limitazione rispetto ad altre applicazioni simili.
Una delle critiche maggiori è la mancanza della chiamata vocale, presente in tantissime altre app come Skype o Viber. Ma al MWC 2014 il CEO di WhatsApp Jan Koum aveva lasciato intendere che il supporto per questa nuova funziona sarabbe stato introdotto con un aggiornamento nel secondo trimestre dell’anno.
Evidentemente c’è stato qualche ritardo e questo aggiornamento è stato rinviato, ma sul Web sono circolate alcune immagini con la  nuova versione che mostra appunto i tasti per le chiamate. Dovrebbe, quindi, essere imminente il lancio del nuovo servizio e si mormora che la chiamata vocale di WhatsApp sfrutti un protocollo più efficiente rispetto a quello dei concorrenti con un minore consumo di banda e senza alcun ritardo nella trasmissione della voce.
Inizialmente la chiamata vocale dovrebbe essere introdotta solo su iOS e Android, mentre i possessori di BlackBerry e Windows Phone dovranno pazientare ulteriormente.
L’altra novità che dovrebbe essere introdotta da WhatsApp riguarda la terza spunta che notifica la lettura dei messaggi. Attualmente l’applicazione utilizza due spunte per notificare la ricezione di un messaggio, ma questo non basta ad assicurare il mittente che sia anche stato letto.

whatsapp spunta

Ecco perchè l’applicazione di messaggistica potrebbe presto introdurre anche la terza spunta, ma non a tutti piace. Infatti alcuni vedono in questa opzione una violazione della propria privacy perchè non voglio far sapere alle persone se e quando leggono i messaggi ricevuti.

top reviews

Recensione Pixel 3 XL, il nuovo super smartphone di Google

Google lancia la sfida a Samsung e Huawei, ma il Pixel 3 XL ha le carte in regola per reggere il confronto con gli...

Recensione LG G7 ThinQ: il top di gamma LG dal super audio

Pregi e difetti dell’ultimo top di gamma di LG che grazie a Tim puoi acquistare a metà prezzo Ogni produttore di smartphone ha il suo...

Recensione JBL Link 20

Uno speaker portatile intelligente con Google Assistant capace di riprodurre anche un ottimo sound JBL è uno dei maggiori produttori di speaker portatili e la...

Recensione e guida Fire TV Stick

Come si usa il piccolo dispositivo di Amazon che trasforma qualsiasi televisore in una smart tv per giocare e guardare video in streaming. Il Fire...

how to

PC fai da te, verificare compatibilità componenti hardware

Come scegliere i componenti giusti e compatibili per assemblare un nuovo pc o aggiornare il vecchio. Vuoi risparmiare con un PC fai da te o...

Guardare Sky Go sulla TV, soluzione funzionante

Un metodo semplice e pratico per guardare Sky Go su un qualsiasi televisore e usare l’abbonamento di Sky su una seconda TV Sky Go è...

Come ottimizzare sito web con Lighthouse

Un utile strumento per fare l’audit a un sito Internet e scoprire le cose su cui agire per migliorarne le performance e l'accessibilità. Per avere...

Cosa sa Apple su di noi?

A differenza di altri servizi come Facebook o Google, Apple conserva meno dati personali. Non salva, ad esempio, i posti in cui sei stato...

Come fare lo zoom sui video di YouTube

Ecco tutti i modi per fare lo zoom sui video di YouTube per ingrandire un particolare e migliorarne la visualizzazione. Capita a volte di dover...