WhatsApp lancia il canone annuale anche su iOS: come la prenderanno gli utenti?

Una delle applicazioni di messaggistica più utilizzate sulle piattaforme mobile sta per proporre lo stesso sistema di sottoscrizione annuale già adottato su Android e altri anche sui dispositivi iOS, una mossa che però potrebbe anche rivelarsi controproducente.

Gli smartphone per loro stessa natura sono dispositivi che per essere sfruttati devono avere attiva una connessione dati. È quindi molto probabile che i vari utenti abbiano sottoscritto con l’operatore di telefonia mobile anche un piano dati di navigazione che può essere utilizzato con tutte quelle app che offrono servizi online. Tra le più apprezzate ci sono proprio quelle di messaggistica che consentono di scambiare messaggi di testo senza dover pagare costi aggiuntivi.

WhatsApp è sicuramente la più utilizzata per inviare messaggi sia per le sue funzioni sia perché è disponibile per iPhone, BlackBerry, Android, Windows Phone e Nokia. Non è importante, quindi, il tipo di smartphone che si possiede perché per ognuno c’è la sua versione compatibile che permetterà alle persone di rimanere in contatto con i propri amici senza dover pagare altri costi aggiuntivi per i tradizionali SMS.

Per comprendere il successo di WhatsApp, basta ricordare che ogni giorno vengono scambiati attraverso l’applicazione circa 17 miliardi di messaggi e che per la sola piattaforma Android ci sono 100 milioni di utenti registrati. Per le piattaforme BlackBerry, Android, Windows Phone e Nokia l’applicazione può essere scaricata gratuitamente ma dopo un anno, per continuare a usarla, si deve sottoscrivere un abbonamento dal costo di un dollaro l’anno.

Per i dispositivi iOS, invece, l’applicazione ha un costo di € 0,89 e non è previsto un abbonamento annuale. Questo fino ad oggi, perché l’azienda che sta dietro WhatsApp ha in programma di utilizzare la stessa modalità d’uso anche sui dispositivi di Apple. Non è ancora stata resa nota la data di quando questo avverrà, ma in futuro anche su iPhone e compagni si potrà scaricare l’applicazione gratuitamente ma dopo un anno si dovrà sottoscrivere l’abbonamento a pagamento. Certo, un dollaro non è tanto, ma come la prenderanno gli utenti? Alternative totalmente gratuite ce ne sono e non è detto che la mossa di WhatsApp possa proprio fare il loro gioco.

 

top reviews

Cowon Plenue M2, recensione del player audio definitivo

Un player audio HD che sa farsi amare da tutti gli audiofili che vogliono ascoltare la musica in tutta la loro qualità originale Chi ama...

Recensione Amazon echo spot: può davvero rivaleggiare con Google Home?

Tutte le nostre impressioni dopo una settimana con l’echo spot: può davvero rivaleggiare col Google Home? Amazon ha reso disponibile da poco in Italia i...

Recensione JBL Link 20

Uno speaker portatile intelligente con Google Assistant capace di riprodurre anche un ottimo sound JBL è uno dei maggiori produttori di speaker portatili e la...

Nespresso Expert recensione: vale la pena spendere 200 euro per un caffè?

Ci siamo fatti un caffè con la Nespresso Expert per capire se vale la pena spendere quasi 280 euro per un espresso La Nespresso Expert è l’ultimissimo...

how to

Come usare Waze offline, senza connessione dati

Una piccola guida per utilizzare il miglior navigatore per auto anche quando non hai a disposizione una connessione cellulare. Molte app di navigazione tra cui...

Come trasformare gli smartphone Android in apparecchi acustici gratis

Due nuove app di Google trasformano uno smartphone Android in un apparecchio acustico per l’udito a costo zero. Se hai problemi di udito, ora c’è...

Come inviare una foto alla massima risoluzione con WhatsApp

Quando invii una foto con WhatsApp, l’app di messaggistica la comprime riducendone la qualità, ecco come evitarlo. Per risparmiare dati ed evitare di appesantire i...

Waze, il navigatore salva automobilisti arriva su Android Auto

Waze, il navigatore salva automobilisti arriva su Android Auto e ora è possibile installarlo sulle automobili di tutti i costruttori. In questi anni è diventato...

Mirroring iPhone su Fire TV Stick

Una soluzione veloce e gratuita per fare il mirroring di iPhone e duplicare lo schermo sull’Amazon Fire TV Stick. Per visualizzare i contenuti dell’iPhone sulla...