WhatsApp rinvia le chiamate vocali al 2015

È stato lo stesso Jan Koum, CEO di WhatsApp, a dichiarare che i servizi di chiamata vocale saranno introdotti solo nel primo trimestre del 2015

WhatsApp

Non ci sarà da attendere molto, comunque, visto che alla fine dell’anno mancano solo due mesi. L’attesa però si sta prolungano più del previsto dato che la funzione di chiamata vocale era stata rivelata già a inizio anno. In un’intervista rilasciata durante la Code/Mobile conference Koum ha ammesso la difficoltà nell’introdurre tale features in WhatsApp.

Per fare il modo che sia un servizio di alta qualità, si devono affrontare diverse problematiche, come la riduzione dei rumori di fondo causati dai microfoni dei dispositivi e la scarsa qualità della connessione dati in alcune aree. In molti Paesi emergenti gli utenti si collegano ancora attraverso una rete 2G, poco adatta per il VoIP.

WhatsApp oggi ha oltre 600 milioni di utenti attivi nel Mondo e fino ad ora la società si è concentrata soprattutto sul rendere disponibile l’applicazione sul maggior numero di piattaforme possibili. Koum ha affermato che l’obiettivo è quello di raggiungere il miliardo di utenti nei prossimi anni e che, grazie al sostegno di Facebook, sarà ora molto più facile.

L’introduzione della funzione di chiamata vocale, prevista per il primo trimestre del 2015, non dovrebbe comunque mettere in concorrenza l’applicazione col Messenger di Facebook. Il Messenger consente di utilizzare la chiamata vocale anche su PC e tra i contatti di Facebook, mentre WhatsApp funziona esclusivamente sugli smartphone e la chiamata viene indirizzata utilizzando il numero telefonico dell’utente. Koum ha inoltre confermato come il social network non abbia per il momento intenzione di monetizzare WhatsApp attraverso la pubblicità, nonostante siano stati pagati ben 21,8 miliardi di dollari per acquisirla. Ogni utente può utilizzarla gratuitamente il primo anno e poi pagare un dollaro per ogni anno successivo.

SOCIAL TIPS

Trovare la foto di una persona dal numero di cellulare

Ci sono diversi modi per trovare l’intestatario di un numero di cellulare, ma spesso queste soluzioni non portano a nulla. Puoi però riuscire a...

Facebook, come scoprire se un post è stato modificato

Con un piccolo trucco puoi sapere se qualcuno ha modificato un messaggio su Facebook dopo averlo pubblicato e scoprire quello originale Tutti sanno che Facebook...

Cancellare l’account di Facebook in caso di morte

Oggi trascorriamo online e sulle piattaforme social gran parte del nostro tempo condividendo ricordi e pensieri quasi ogni giorno. Cosa rimane dei nostri account...

Facebook, come eliminare la pubblicità indesiderata nelle notizie

Metti un blocco alle inserzioni pubblicitarie indesiderate che vengono pubblicate nel flusso delle notizie di Facebook. Nel news feed di Facebook, oltre agli aggiornamenti dei...

Come usare lo stesso account WhatsApp su più telefonini

Ecco un piccolo trucco per usare lo stesso account di WhatsApp su un secondo smartphone senza dover installare altre app. WhatsApp associa l’account al tuo...

Facebook, attivare la classificazione dei commenti in una pagina

Attraverso questa funzione nascosta puoi mettere in cima ai post della tua pagina di Facebook i commenti che hanno più successo. Se hai una pagina...

HACKING CORNER

i più letti della settimana

Guardare Sky Go sulla TV, soluzione funzionante

Sky Go è l’applicazione per guardare i programmi del proprio abbonamento di Sky su un dispositivo mobile come uno smartphone, un tablet o anche...

Nuova procedura per installare AA Mirror, e vedere video su Android Auto

In un precedente articolo ho fatto vedere come installare AA Mirror, un app per guardare film e serie tv su Android Auto. La vecchia...

iPhone, scaricare app più grandi di 150 MB con la connessione 3G/4G

Ecco il modo per aggirare i limiti dei 150 MB di iOS e scaricare app e giochi di dimensione più grande anche quando non...

Installare AA Mirror: guardare film, video e serie tv su Android Auto (aggiornato)

Molte delle nuove automobili sono dotate di un sistema di infotainment con Android Auto. In pratica se hai anche tu un’auto compatibile, puoi collegare il...

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA