WhatsApp rinvia le chiamate vocali al 2015

È stato lo stesso Jan Koum, CEO di WhatsApp, a dichiarare che i servizi di chiamata vocale saranno introdotti solo nel primo trimestre del 2015

WhatsApp

Non ci sarà da attendere molto, comunque, visto che alla fine dell’anno mancano solo due mesi. L’attesa però si sta prolungano più del previsto dato che la funzione di chiamata vocale era stata rivelata già a inizio anno. In un’intervista rilasciata durante la Code/Mobile conference Koum ha ammesso la difficoltà nell’introdurre tale features in WhatsApp.

Per fare il modo che sia un servizio di alta qualità, si devono affrontare diverse problematiche, come la riduzione dei rumori di fondo causati dai microfoni dei dispositivi e la scarsa qualità della connessione dati in alcune aree. In molti Paesi emergenti gli utenti si collegano ancora attraverso una rete 2G, poco adatta per il VoIP.

WhatsApp oggi ha oltre 600 milioni di utenti attivi nel Mondo e fino ad ora la società si è concentrata soprattutto sul rendere disponibile l’applicazione sul maggior numero di piattaforme possibili. Koum ha affermato che l’obiettivo è quello di raggiungere il miliardo di utenti nei prossimi anni e che, grazie al sostegno di Facebook, sarà ora molto più facile.

L’introduzione della funzione di chiamata vocale, prevista per il primo trimestre del 2015, non dovrebbe comunque mettere in concorrenza l’applicazione col Messenger di Facebook. Il Messenger consente di utilizzare la chiamata vocale anche su PC e tra i contatti di Facebook, mentre WhatsApp funziona esclusivamente sugli smartphone e la chiamata viene indirizzata utilizzando il numero telefonico dell’utente. Koum ha inoltre confermato come il social network non abbia per il momento intenzione di monetizzare WhatsApp attraverso la pubblicità, nonostante siano stati pagati ben 21,8 miliardi di dollari per acquisirla. Ogni utente può utilizzarla gratuitamente il primo anno e poi pagare un dollaro per ogni anno successivo.

top reviews

Recensione Apple Watch Serie 4

Abbiamo provato la nuova Serie 4 del più desiderato e più venduto smartwatch al mondo. Sarà vera gloria? L’Apple Watch era già da tempo l’orologio...

Apple HomePod unboxing: recensione e prime impressioni

HomePod è lo speaker intelligente di Apple. Ho già trattato questa categoria di prodotti, soffermandomi sugli speaker intelligenti alimentati dall’Assistente Google e che da...

Google Pixel 2 XL recensione: i migliori 1000 euro mai spesi!

Finalmente sbarca anche in Italia il Pixel 2 XL, il primo smartphone della nuova serie di Google ad essere distribuito nel nostro Paese. Ad...

Cowon Plenue M2, recensione del player audio definitivo

Un player audio HD che sa farsi amare da tutti gli audiofili che vogliono ascoltare la musica in tutta la loro qualità originale Chi ama...

how to

Come cancellare i metadati dalle foto su PC e smartphone

Le soluzioni più semplici per eliminare le informazioni personali nascoste nelle immagini prima di condividerle. Quando scatti una foto, vengono salvate anche una serie di...

Come tradurre una e-mail su iPhone e iPad (no jailbreak)

L’app Mail di iOS non ha un traduttore integrato, ma con questa guida puoi aggiungerlo senza dover eseguire il jailbreak Per tradurre una e-mail ricevuta...

Come conoscere la capacità della batteria del notebook

Ecco una guida per conoscere di quanto si è ridotta la capacità della batteria del computer portatile e se è il caso di cambiarla. Col...

Come abilitare il touch su Fire TV

Se il telecomando del Fire TV è inutilizzabile perché le app sono progettate per il touch, così lo aggiungi e risolvi il problema. Ti ho...

Personalizzare il desktop del computer con Splash

Spalsh offre un modo semplice e gratuito per personalizzare il desktop del nostro computer con migliaia di immagini condivise dalla community di Unsplah. Splash è...