YouTube si rinnova: piattaforma per bambini e musica a pagamento

La piattaforma di condivisione video YouTube si rinnova con un nuovo servizio musicale in abbonamento e una versione esclusiva per i bambini con contenuti adatti solo alla loro età

Si tratta per ora solo di rumors, ma quando le notizie circolano con una certa insistenza in Rete c’è sempre un’alta probabilità che ci sia dietro qualcosa di vero.  La prima è stata riportata da Android Police che afferma di essere riuscito a scoprire in esclusiva i piani di Google per lanciare un nuovo servizio in abbonamento chiamato YouTube Music Key e di cui pubblica in esclusiva alcune immagini.

youtube si rinnova 1

Questo nuovo servizio, dietro un abbonamento di 9,99 dollari, offrirà accesso gratuito e senza pubblicità a milioni di brani musicali, ascoltabili anche in background e offline. Google per il suo servizio avrebbe già aggiunto 20 milioni di tracce musicali di alta qualità e avrebbe persino acquistato il dominio YouTubeMusicKey.com. Sottoscrivendo l’abbonamento si dovrebbe avere accesso anche al servizio Google Play Music Key che dovrebbe essere la versione aggiornata di Google Play All Access.

In questo modo YouTube non si limiterebbe a fornire solo i brani musicali, ma anche altri contenuti esclusivi come clip varie, spezzoni di concerti, remix e altro ancora. Google non ha rilasciato alcuna comunicazione ufficiale a riguardo sulla data di lancio del servizio: si mormora che ancora non ci sia un accordo definitivo con chi detiene i diritti della musica che andrebbe fornita con l’abbonamento.

YouTube è una piattaforma aperta a tutti e quindi è facile che possa essere utilizzata anche dai bambini. Sebbene molti contenuti particolarmente violenti o pornografici siano bloccati e filtrati da Google, si trova comunque tantissimo materiale non adatto alla loro età. Si mormora quindi che BigG abbia in progetto la realizzazione di una versione di YouTube “kids-friendly”, dove si può trovare solo video adatti ai bambini e forse con un sistema parental control per permettere ai genitori di monitorare le loro attività.

In questo modo i genitori diventerebbero più inclini a permettere ai loro figli di accedere a YouTube perché avrebbero la certezza che non potrebbero imbattersi in contenuti non adatti a loro. Anche in questo caso si tratta solo di rumors, per ora.

top reviews

TicHome Mini, la nostra recensione

Abbiamo provato il TicHome Mini, uno dei primi speaker intelligenti con l’Assistente Google disponibile anche in Italia Il TicHome Mini è al momento lo speaker...

Nuovo Google Daydream View, come va e cosa cambia dal vecchio

Abbiamo provato la nuova versione del visore Google Daydream View per capire se vale la pena acquistarlo e in cosa differisce dal vecchio Col lancio...

Recensione Apple Watch Serie 4

Abbiamo provato la nuova Serie 4 del più desiderato e più venduto smartwatch al mondo. Sarà vera gloria? L’Apple Watch era già da tempo l’orologio...

Recensione Anycubic Mega-S, stampe 3D per tutti!

Provata la versione aggiornata della i3-Mega, una stampante 3D per realizzare oggetti di grandi dimensioni con un piccolo prezzo. Se stai cercando una stampante 3D...

how to

Come eliminare lo sfondo da una foto

Una piccola guida semplice e veloce per rimuovere lo sfondo da una foto in modo automatico e senza ricorrere a programmi commerciali. Per eliminare lo...

Come inviare SMS da PC, gratis e anonimi

Tre soluzioni per poter inviare messaggi di testo da PC senza pagare su un qualsiasi numero di cellulare di qualsiasi Paese. I vecchi messaggi di...

Come avere conferma di lettura su Gmail

Alcuni client di posta elettronica non hanno la funzione che consente di avere la notifica di lettura. In Microsoft Outlook, ad esempio, è possibile...

Usare Gmail senza Internet

Durante l’ultimo I/O 2018, la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori, Google ha annunciato diverse novità per i suoi prodotti. Molte di queste riguardano anche...

Come fare il root del Google Pixel 3 e Pixel 3 XL con Magisk

Ecco la procedura aggiornata per sbloccare il Google Pixel 3 e il Google Pixel 3 XL usando il root con Magisk. Il root di un...