Come aggirare il proxy dell’ufficio

La rete aziendale ti impedisce di accedere ai tuoi siti preferiti? Eccoti le soluzioni per aggirare i blocchi e navigare senza censura.

Potresti non riuscire ad accedere ad alcuni siti quando navighi dalla rete dell’ufficio, della scuola, o quando utilizzi altre reti private. Questo dipende dal fatto che l’amministratore della rete abbia inserito volutamente dei blocchi per impedirti l’accesso ad alcuni contenuti online. Ci sono però una serie di modi per provare ad aggirare il proxy dell’ufficio.

Un modo potrebbe essere quello di utilizzare lo smartphone come un router Wi-Fi attivando l’hotspot: così puoi navigare dal computer utilizzando la connessione dati del tuo telefonino. Questa soluzione, però, potrebbe farti consumare velocemente le soglie previste dal tuo piano dati. Per evitarlo, eccoti altre 5 soluzioni per aggirare i blocchi e accedere a qualsiasi sito anche dall’ufficio e dalla scuola.

 

1 Usare una VPN

Una VPN, o Virtual Proxy Network, instrada la connessione attraverso un “tunnel” che offusca i dati impedendo ai filtri aziendali di bloccarti. Ci sono tantissime VPN, sia gratuite che a pagamento.

Una completamente gratuita e senza alcun tipo di pubblicità è SoftEther, un progetto di una università giapponese basato su una rete di server gestiti da volontari. Per utilizzarla vai su questo sito e clicca su Download SoftEther VPN Client + VPN Gate Client Plugin.

Scaricherai così un file zip che dovrai poi scompattare sul tuo computer. All’interno troverai il file eseguibile vpngate-client sul quale dovrai cliccare due volte per installarlo.

Dopo averlo installato, avvialo e fai doppio clic su VPN Gate Public VPN Relay Server. Una finestra ti mostrerà tutti server disponibili. Selezionane uno e clicca su Connect to the VPN Server. Conferma le condizioni di utilizzo, seleziona Use TCP protocol (Ethernet over HTTPS VPN) (recomanded), e fai OK. Se la connessione va in porto, potrai iniziare a navigare col tuo browser. In caso contrario prova a collegarti con un altro server.

SoftEther può essere utilizzato anche con un Mac o un dispositivo Android e iOS. Trovi tutte le guide sul sito. In alternativa ci sono comunque tantissime altre alternative, molte delle qualsi sono disponibili sia per PC, per dispositivi mobile e anche come estensioni per i browser.

Tra le alternative migliori ci sono Hola!VPN, TunnelBear, VPN Monster e VPN Master. L’uso delle VPN gratuite ti costringerà a sopportare un po’ di pubblicità e a volte ti impongono un limite sui dati che puoi scambiare giornalmente.

 

2 Usare un Web proxy

Anonymouse.org è un sito che consente di effettuare ricerche in anonimato e accedere ai siti bloccati. Tutto quello che devi fare è recarti sul sito, inserire nel capo al centro della pagina l’indirizzo del sito che vuoi navigare e cliccare su Surf anonymously.

In alternativa puoi utilizzare altri servizi simili, tra cui:

 

3 Usare l’IP al posto dell’URL

A volte è possibile raggiungere un sito bloccato semplicemente digitando nel browser il suo IP al posto dell’indirizzo URL. Questo è possibile perché a volte l’elenco dei siti bloccati viene salvato come lista di URL dall’amministratore della rete.

Per conoscere l’IP di un sito Web basta andare su IP Checker, digitare l’URL del sito nel campo al centro e premere il tasto Check.

 

4 Usare Tor

Tor è un browser sviluppato su una versione modificata di Mozilla che ti consente di navigare in anonimato aggirando i filtri aziendali. Tor instrada la navigazione attraverso una rete crittografata consentendoti così di raggiungere anche i siti bloccati.

Esiste anche una versione per smartphone Android che si chiama Orbot e che puoi scaricare da Google Play.

 

5 Usare Psiphon

Psiphon è uno strumento open source che consente di eludere la censura su Internet e di conseguenza anche aggirare i filtri aziendali. Utilizza una combinazione di tecnologie (VPN, SSH e proxy http): l’idea originale è partita dall’università di Toronto.

Lo puoi utilizzare su un computer Windows scaricandolo da questa pagina. Una volta avviato, ed effettuata la connessione a uno dei server, ti basta aprire il browser e provare a navigare sui siti che prima non riuscivi a raggiungere.

Esiste anche una versione di Psiphon per Android e per iOS.

top reviews

Apple TV 4K, la nostra recensione

Insieme a tutte le novità presentate da Apple in questi ultimi mesi c’è anche la Apple TV 4K. Finalmente anche il piccolo dispositivo della...

Nuovo Google Daydream View, come va e cosa cambia dal vecchio

Abbiamo provato la nuova versione del visore Google Daydream View per capire se vale la pena acquistarlo e in cosa differisce dal vecchio Col lancio...

Recensione LG G7 ThinQ: il top di gamma LG dal super audio

Pregi e difetti dell’ultimo top di gamma di LG che grazie a Tim puoi acquistare a metà prezzo Ogni produttore di smartphone ha il suo...

Cowon Plenue M2, recensione del player audio definitivo

Un player audio HD che sa farsi amare da tutti gli audiofili che vogliono ascoltare la musica in tutta la loro qualità originale Chi ama...

how to

Video su CarPlay con NGXPlay, alternativa gratis a CarBridge

Con NGXPlay puoi guardare gratis su CarPlay film, serie tv, spettacoli televisivi, eventi sportivi in diretta e molto altro ancora Ho già fatto una guida...

Seer, visualizzare anteprime video in Esplora File e non solo

Con questo piccolo tool puoi visualizzare anteprime di video e documenti in Esplora File e senza doverli aprire. Quando ti serve un file di cui...

Come attivare lo sfondo nero in Messenger

Procedura per abilitare in anteprima la modalità sfondo nero sull’app Messenger su Android e iOS. Anche il Messenger ha la sua modalità sfondo nero, chiamata...

Come cancellare le foto indesiderate su WhatsApp

Ogni giorno su WhatsApp ricevi immagini di ogni tipo. Tra le foto dei tuoi cari, però, ci sono anche le foto divertenti che i...

Come inviare video molto grandi con WhatsApp (iPhone)

La dimensione massima di un video che si può inviare su WhatsApp è di 16 MB, ma c’è un modo per superarla. Su WhatsApp si...