Pixsy ti aiuta a scoprire se qualcuno ha usato senza permesso le immagini che hai pubblicato su Internet

Su Internet ci sono tantissime foto rubate o usate senza permesso. Tra queste potrebbero esserci anche le tue. Magari hai creato una bellissima immagine in Photoshop o hai catturato una foto incredibile, e poi qualcuno, senza chiederti nulla, l’ha usata sul suo blog approfittandosi del tuo lavoro.

Grazie a Google è possibile trovare miliardi di immagini su Internet, ma questo non vuol dire che puoi usarle. Nella maggior parte dei casi occorre chiedere il permesso al suo autore, altrimenti si viola la proprietà intellettuale. Molti magari non lo sanno, ma altri, pur consapevoli, se ne infischiano e usano le immagini che trovano senza neanche citare la fonte.

È frustrante per chi ha realizzato e pubblicato un’immagine vedersela rubare da qualcuno senza scrupoli. Magari non lo sai, ma può essere che anche le tue foto sono state rubate e utilizzate da qualche parte illegalmente senza chiederti il permesso.

Per scoprire se sei stato vittima di un furto di immagini e se qualcuno sta usando senza permesso le tue foto, puoi usare Pixsy, un servizio online che si occupa proprio di trovare sul Web dove sono state usate le tue immagini.

Pixsy utilizza una sua intelligenza artificiale per trovare i siti in cui sono state utilizzate le tue immagini senza permesso. In pratica, dopo esserti registrato, devi caricare su Pixsy le tue foto e poi lui provvede a scandagliare i vari siti web per trovare una corrispondenza.

pixsy

Quando Pixsy trova un sito dove sono state utilizzate le tue immagini senza permesso, puoi inviare una notifica perché vengano rimosse o anche chiedere un risarcimento per violazione di diritto d’autore.

Pixsy può essere utile a professionisti così come a fotografi amatoriali che vogliono proteggere le proprie foto dall’uso illegale e senza permesso sul web. Si tratta di un servizio a pagamento, ma puoi usarlo gratuitamente per il monitoraggio di 500 immagini.