Il bluetooth è pericoloso per la salute, vero o falso?

Nuoce alla salute, consuma la batteria, crea interferenze col wi-fi, è poco sicuro: tutte le risposte sul bluetooth e i suoi rischi.

La connessione bluetooth è oramai presente su tutti i dispositivi: lo trovi su computer, smartphone, tablet, smart tv e altro ancora. Il bluetooth viene utilizzato di solito per collegare una periferica a un dispositivo, non solo mobile.

Tutti sanno ad esempio che è possibile collegare col bluetooth le cuffie senza fili al telefonino o alla TV. Ma col bluetooth si può collegare senza fili anche il mouse, la tastiera, la tavoletta grafica, il braccialetto per il fitness e altro ancora. In pratica il bluetooth è una connessione senza fili come il wi-fi.

Rispetto al wi-fi, però, il bluetooth ha delle specifiche diverse che lo rendono più utile per determinati utilizzi. Molti nutrono ancora diversi dubbi e pensano ad esempio che può essere pericoloso per la salute o che attivarlo può consumare la batteria dello smartphone. Facciamo quindi un po’ di chiarezza.

Il bluetooth nuoce alla salute

Ancora non c’è nulla di certo sugli eventuali danni che possono provocare le connessioni wireless come il bluetooth. Quello che è certo, però, è che le radiazioni emesse dai dispositivi bluetooth sono di molto inferiori rispetto ad altri dispositivi. Uno smartphone con connessione 3G/4G, ad esempio ha un’emissione pari a 1.000mW o 2.000mW mentre la maggior parte dei dispositivi bluetooth ha una potenza massima di 1mW.

Pur non essendoci ancora nulla di certo sui pericoli che si corrono utilizzando dispositivi wireless, si può dire che parlare al telefonino utilizzando un auricolare bluetooth ti espone di meno alle radiazioni.

Il bluetooth consuma la batteria dello smartphone

Questo era vero con le prime versioni del bluetooth. Dipendeva dal fatto che i dispositivi bluetooth erano sempre in cerca degli altri dispositivi cui abbinarli. Dalla versione 4 in poi, il bluetooth ha introdotto il modulo LE (Low Energy) che in pratica, una volta stabilita la connessione, consuma energia solo quando vengono trasferiti i dati.

Se ad esempio connetti un paio di cuffie bluetooth al telefonino, consumi energia solo quando effettui una telefonata o ascolti la musica. Quindi il bluetooth consuma sì energia, ma pochissima rispetto ad altre tipologie di connessione senza fili e molto meno rispetto ai primi dispositivi bluetooth.

Un dispositivo bluetooth con modulo LE consuma in genere tra 0,01 e 0,5W mentre prima il consumo era di circa 1W.

Il bluetooth crea interferenze col wi-fi

Il bluetooth, come il wi-fi e i forni a microonde, utilizza la frequenza a 2,4 GHz. Di conseguenza il segnale wi-fi del router potrebbe creare qualche interferenza con i dispositivi bluetooth. Per evitare che questo accada, i dispositivi bluetooth usano l’Adaptive Frequency Hopping (AFH), una tecnica che minimizza l’effetto delle interferenze.

Il bluetooth usa due canali, saltando rapidamente da una frequenza all’altra per evitare che venga disturbato da altri dispositivi che utilizzano quella banda. L’efficienza di questa tecnica è stata notevolmente migliorata con le ultime versioni di bluetooth.

Il bluetooth ha un raggio d’azione di pochi metri

È in parte vero. Ci sono tre diverse classi di dispositivi bluetooth. Quelli di Classe 3 hanno un raggio d’azione inferiore a 10 metri. Quelli di Classe 2 hanno una portata di circa 10 metri. Quelli di Classe 1 arrivano invece fino a 100 metri.

I dispositivi mobile come smartphone e tablet sono in genere di Classe 2 o 3 e quindi hanno un raggio d’azione di circa 10 metri. I dispositivi di classe 1 sono in genere quelli che utilizzano un collegamento alla rete elettrica diretto, come speaker, computer e altri.

La connessione bluetooth è poco sicura

Rispetto ad altre tipologie di collegamento wireless, il bluetooth è in effetti meno sicuro. Gli hacker possono “bucare” un dispositivo bluetooth sfruttando le password predefinite. A poco serve impostare il dispositivo bluetooth come “non rilevabile”.

Le ultime versioni di bluetooth hanno risolto diverse falle di sicurezza. Per ridurre il rischio di cadere vittima di qualche hacker è consigliato modificare la password predefinita con una più sicura e spegnere il bluetooth quando non è utilizzato.

i più letti

Nuova procedura per installare AA Mirror, e vedere video su Android Auto

In un precedente articolo ho fatto vedere come installare AA Mirror, un app per guardare film e serie tv su Android Auto. La vecchia...

Collegare l’iPhone alla TV senza Apple TV

La Apple TV consente di collegare l’iPhone e l’iPad al televisore, ma ci sono anche altri modi più economici per farlo. Ecco quali. Ci sono...

Mostrare il blocco maiuscolo nella taskbar di Windows

Con un piccolo programma possiamo visualizzare nell’area di notifica quando è attivo o meno il blocco maiuscolo. Non tutte le tastiere hanno un led che...

Guardare Sky Go sulla TV, soluzione funzionante

Sky Go è l’applicazione per guardare i programmi del proprio abbonamento di Sky su un dispositivo mobile come uno smartphone, un tablet o anche...

Errore is not a valid floating point value, soluzione

Se hai ricevuto un messaggio di errore con la scritta is not a valid floating point value, ecco la soluzione per risolvere il problema. Il...

Guida eMule 2019 per scaricare con ID alto

Tra i programmi per scaricare file da Internet, eMule rimane ancora uno dei migliori: ecco una guida semplice per installarlo e configurarlo su Windows...

HACKING CORNER

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

leggi anche