adv
HomeTechComputerQuale computer portatile acquistare? La top list degli elementi da considerare

Quale computer portatile acquistare? La top list degli elementi da considerare

Acquistare un nuovo computer è sempre una scelta difficile, soprattutto se non siamo appassionati del mondo tech. La maggior parte delle volte, finiamo col fidarci ciecamente del supporto degli assistenti d’acquisto nei negozi, che non possono conoscere a pieno le nostre esigenze e che potrebbero, nella maggior parte dei casi, puntare ad incrementare le vendite, piuttosto che al garantirci un buon rapporto qualità-prezzo del prodotto.

Se non sai proprio da dove iniziare per identificare le qualità indispensabili di un top computer portatile, affidati ai suggerimenti dei nostri esperti ed acquista un device che duri nel tempo, garantendoti al contempo le migliori prestazioni, al prezzo più conveniente.

  1. Caratteristiche del display

Iniziamo da caratteristiche che sono un po’ più comprensibili anche per i neofiti del mondo tech. Innanzitutto, andranno determinate le dimensioni di cui necessiti. Se lavori con progetti grafici, allora dovrai optare per uno schermo di almeno 17 pollici. Se invece utilizzi il computer soprattutto per lavorare su file e documenti, un 14 pollici andrà più che bene. Naturalmente, la dimensione del display influirà anche sulla risoluzione. Nel caso di un display più piccolo, la risoluzione ideale è il 1080p e più crescerà la grandezza dello schermo, maggiore dovrà essere la risoluzione.

Ricorda però che una risoluzione più elevata richiederà anche maggiore energia. Di conseguenza, se sei sempre in giro ed hai poche occasioni per mettere il tuo computer portatile in carica, una risoluzione più bassa potrebbe essere la scelta che fa per te.

2. Il processore

Il processore è il cuore del computer e dunque il più importante dei parametri di valutazione. Su questo punto, esistono due scuole di pensiero: alcuni ritengono che il CPU Intel sia tuttora il re incontrastato nel mondo dei processori. Altri, invece, propendono per AMD, grazie soprattutto alla considerevole riduzione del consumi. È difficile fornire una risposta univoca a questa domanda. Dovrai piuttosto guardare alla serie, per determinare quale sia la scelta che fa al caso tuo.

I processori Serie U (Ultra Low Voltage) registrano dei consumi estremamente bassi, ma non hanno delle prestazioni comparabili a quelli della Serie H (High Performance Graphics), che però ne pagano lo scotto con un elevato consumo energetico. Ancora una volta, la scelta dipenderà dalle tue esigenze personali e dall’utilizzo che farai del tuo portatile. Nel caso in cui utilizzi programmi “pesanti”, allora dovrai scendere a compromessi in termini di durata della batteria, ottenendo prestazioni più elevate con la scelta di un Serie H.

3. Memoria

Un computer portatile di qualità non dovrebbe mai avere una RAM inferiore ai 4GB, in modo da evitare un eccessivo rallentamento del sistema, causato da uno spazio di memoria saturo sin già dopo i primi mesi di utilizzo. Per quanto riguarda l’archiviazione, anche in questo caso, il sentiero della scelta si apre su un bivio: SSD (Solid State Drive) e HDD (Hard Disk Drive). Il nostro consiglio è quello di evitare computer portatili esclusivamente dotati di HDD, soluzione ormai superata da tempo.

Opta piuttosto per un portatile con SDD o al massimo per un modello ibrido dotato di entrambi, a patto che il sistema operativo sia installato sul primo.

E le funzionalità aggiuntive?

Se quelle sopraelencate sono delle caratteristiche immancabili da tenere d’occhio, prima di acquistare un computer portatile di qualità, è anche vero che qualche extra non guasta mai. Se utilizzerai il tuo computer per lavoro e ciò comporterà partecipare a molti meeting, allora concentrati su un modello che sia dotato di una webcam di qualità, che offra un buon tempo di ripresa.

Se poi sei solito ascoltare musica utilizzando le cuffie, allora non potrà mancare l’entrata Jack 3.5 mm. In termini di porte, controlla che il device sia dotato di almeno 2 entrate USB, che tornano sempre utili quando vogliono collegarsi strumenti aggiuntivi che non hanno funzionalità bluetooth, come un mouse o un hard disk esterno. Un’entrata HDMI sarà invece utile se vorrai proiettare sullo schermo della tua televisione o su un altro display per computer più grande i contenuti video dello schermo del portatile.

Seppur questi extra possano far gola, ricorda però di non scendere mai a compromessi quando si tratta di processore, display e RAM, per evitare di ritrovarti con un device in teoria impeccabile, ma non funzionale nella pratica.

Recensioni

GUIDE E TRUCCHI