Ecco come prendere il controllo degli aggiornamenti di Windows 10 e decidere quando farli e quando, invece, è meglio lasciar perdere

Windows 10 è dotato di una funzione che aggiorna automaticamente il sistema operativo e non è possibile di disabilitare questa funzionalità in modo semplice. L’installazione degli aggiornamenti è sempre consigliata perché consente di correggere bug di sistema e avere nuove funzionalità. A volte però, potrebbe essere necessario bloccare gli aggiornamenti automatici di Windows 10.

Sono diversi i casi in cui gli aggiornamenti possono anche essere indesiderati. Può capitare infatti che non si voglia effettuare gli aggiornamenti perché questo comporterà il download di molti dati e potrebbe essere sconveniente farlo se si sta utilizzando una connessione a consumo.

Un altro caso in cui potrebbe non essere utile fare gli aggiornamenti è perché durante l’aggiornamento il computer diventa inutilizzabile, a volte anche per diverse ore. Se si sta eseguendo dei lavori con delle scadenze molto ristrette, meglio non correre il rischio di rimanere senza pc. In genere gli aggiornamenti non danno problemi, ma a volte capita che il computer si blocchi durante l’update diventando inutilizzabile. Nel bel mezzo di un lavoro ci ritroveremo tra le mani un computer non utilizzabile e potremo portare a termine quello che stavamo facendo.

Infine, pur essendo un’eventualità molto remota, l’aggiornamento potrebbe rendere il computer instabile e alcune periferiche e alcuni software potrebbero smettere di funzionare correttamente. Quale che sia il motivo per cui si voglia impedire gli aggiornamenti automatici, c’è fortunatamente una piccola applicazione che consente di bloccare facilmente gli aggiornamenti automatici senza ricorrere a script e procedure complicate.

Questa applicazione si chiama Wu10Man. Si tratta di una piccola applicazione che può essere utilizzata anche senza installazione: basta scaricare dal sito dello sviluppatore la versione portable. In questo caso si dovrà scaricare il file zip, scompattarlo in una cartella del proprio computer e poi fare doppio clic sul file eseguibile.

Wu10Man è semplicissima da utilizzare. Nella prima scheda è possibile disabilitare i servizi che si occupano di eseguire gli aggiornamenti automatici di Windows 10.

Wu10Man, bloccare gli aggiornamenti automatici di Windows 10

Con la seconda scheda è possibile invece bloccare gli URL che vengono utilizzati da Windows Update.

Wu10Man, bloccare gli aggiornamenti automatici di Windows 10

La terza scheda, invece, consente di mettere in pausa aggiornamenti. Non blocca del tutto gli aggiornamenti ma semplicemente li mette in pausa per un certo periodo di tempo. Si tratta di una funzionalità che Microsoft rende disponibile sulle versioni aziendali di Windows 10.

La funzionalità integrata in Windows 10 è limitata per quanto riguarda la scelta del periodo di tempo durante il quale si può mettere in pausa gli aggiornamenti. Utilizzando Wu10Man è possibile estendere questo periodo a piacere. Questa opzione naturalmente può essere utilizzata solo sulle versioni di Windows 10 nelle quali è già presente la funzione che consente di mettere in pausa gli aggiornamenti.

Wu10Man, bloccare gli aggiornamenti automatici di Windows 10

La quarta scheda, infine, consente di rimuovere tutte quelle applicazioni predefinite che vengono fornite con Windows 10 e che magari non ci servono. Si tratta di una funzionalità beta e quindi potrebbe non funzionare perfettamente e va utilizzata con parsimonia. Ci sono diverse applicazioni che già sono installate in Windows 10 quando acquistiamo un computer e molte di queste spesso non vengono mai utilizzate perché non servono.

Queste applicazioni occupano spazio e risorse del computer e quindi potrebbero essere rimosse per rendere il computer più leggero. Ci sono diversi script in giro che consentono di rimuovere le app predefinite di Windows 10 ma con Wu10Man diventa tutto molto più semplice.

Wu10Man, bloccare gli aggiornamenti automatici di Windows 10