Gli 8 migliori smart box CarPlay per usare qualsiasi app sull’auto

Le automobili dotate di CarPlay possono espandere le funzionalità del loro infotainment attraverso uno smart box. Si tratta di un piccolo dispositivo che consente di aggiungere funzionalità nuove come la possibilità di installare app, avere CarPlay Wireless e Android Auto Wireless, guardare contenuti in streaming e collegare lo smartphone all’auto in modalità Wireless.

Su Internet ci sono diversi smart box in vendita, con funzionalità e prezzi diversi. In questa comparativa ne ho presi in considerazione 8 che ho testato personalmente per verificarne pregi e difetti e capire se valga la pena o meno acquistarli.

Cosa è uno smart box CarPlay

Si tratta di un piccolo dispositivo che ha all’interno un’architettura simile a quella di uno smartphone, con un processore multi-core, a cui sono affiancati in genere 4GB di memoria RAM e 64GB di memoria per installare applicazioni e salvare i dati. Si collegano all’impianto dell’auto attraverso il cavo USB e utilizzano lo schermo dell’auto come display.

L’interfaccia ricorda molto quella di un tablet con Android. Infatti su questi dispositivi gira una versione personalizzata del sistema operativo di Google con una serie di app preinstallate. L’interfaccia è utilizzabile attraverso i comandi touch, ma la maggior parte di questi dispositivi supportano anche i controlli fisici per le auto che non hanno uno schermo touch.

Possono anche essere dotati di GPS, di uno slot per la sim in modo da avere una connessione dati senza dover ricorrere a un hotspot, uno slot di espansione della memoria per microSD, una seconda porta USB per collegare una pendrive e un’uscita HDMI per collegare un secondo schermo.

Quali sono le funzionalità di uno smart box CarPlay

Le funzionalità variano da modello a modello. Tra quelle che è possibile trovare in uno smart box ci sono:

  • Abilitazione di CarPlay Wireless e Android Auto Wireless sulle automobili dotate solo della connessione via cavo
  • Installazione di qualsiasi applicazione dal Play Store
  • Riproduzione di contenuti audio e video da scheda di memoria o pendrive
  • Navigatore GPS integrato
  • Connettività 3G/4G per navigare, scaricare contenuti e visualizzare streaming senza dover usare la connessione dati del telefono
  • Film e serie tv in streaming da Netflix, YouTube e altre piattaforme online
  • Riproduzione dei video su un secondo schermo che può essere installato sui sedili posteriori dell’auto
  • Split Screen per visualizzare due applicazioni contemporaneamente (ad esempio il navigatore e il player multimediale.

Cosa occorre per installare uno smart box CarPlay

Per installare uno di questi dispositivi è necessario che l’automobile abbia CarPlay. Non tutte le auto, però, sono compatibili. In genere lo sono oltre il 90% di quelle con CarPlay, ma prima dell’acquisto è bene controllare sul sito del produttore se la propria auto è tra quelle supportate. Molti di questi dispositivi, ad esempio, non sono compatibili con le auto prodotte da BMW.

Occorre poi che l’auto abbia uno schermo touch. Alcuni smart box CarPlay sono compatibili anche con i controlli fisici delle auto con schermi no touch, ma le funzionalità sono limitare. In alternativa si può ricorrere a un telecomando opzionale.

Quali sono i limiti e i difetti di uno smart box CarPlay?

Come detto precedentemente, non tutte le auto con CarPlay sono compatibili con questi dispositivi. Inoltre, non tutte le applicazioni che sono sul Play Store possono essere installate e usate. La versione di Android installata su questi dispositivi è una versione modificata del sistema operativo di Google. Le app rilevano lo smart box come un dispositivo su cui è stato eseguito il root. Di conseguenza, tutte le applicazioni che non possono essere eseguite sui dispositivi col root, non possono essere eseguite neanche sullo smart box.

Cosa fare se le app di streaming come Netflix non funzionano?

Alcuni di questi dispositivi hanno preinstallate alcune app di streaming come Netflix e YouTube. Si tratta di applicazioni modificate per essere compatibili con lo smart box. Se le app venissero aggiornate, potrebbero non funzionare più correttamente. In questo caso è necessario reinstallare la versione precedente. Per farlo è necessario usare l’app Apkinstaller presente sullo smart box.

Come si aggiornano gli smart box CarPlay?

L’aggiornamento di questi dispositivi deve essere fatto di solito manualmente scaricando il file dal sito del produttore. In genere si deve prima controllare la disponibilità dell’aggiornamento sul sito del produttore. Il file deve essere scaricato e salvato nella root di una scheda microSD o di una pendrive: dipende dal modello in proprio possesso.

Si deve quindi inserire la scheda di memoria o collegare la pendrive e riavviare il dispositivo. Al riavvio, il dispositivo rileva la presenza dell’aggiornamento e chiede a monitor se si vuole procedere all’installazione.  

Quanto costa uno smart box CarPlay?

I prezzi di questi dispositivi possono variare da 150 a 300 euro in base alle funzionalità e alle caratteristiche. Gli smart box CarPlay non vanno confusi con gli adattatori CarPlay Wireless e Android Auto Wireless. Questi ultimi si limitano a implementare la connessione wireless sulle auto che hanno solo la connessione col cavo, ma non aggiungono funzionalità a CarPlay.   

I migliori smart box CarPlay wireless sotto i € 250

Carlinkit T-Box

Questo dispositivo è dotato di processore Qualcomm Snapdragon a 8 Core, modulo 4G-LTE e memoria interna da 64GB espandibile con microSD fino a 128GB. Il sistema operativo è basato su Android 9.0 e offre un’interfaccia semplice e intuitiva. Si avvia in circa 25 secondi e i comandi rispondono velocemente, senza alcun lag particolare. Molto buono il supporto disponibile sul sito ufficiale dove è possibile reperire manuali, aggiornamenti e risposte alle domande più frequenti. È da poco disponibile una nuova versione con Android 12, hardware più performante e design più sottile.

iHeylinkit AI Box

Basato su Android 10, ha tutte le funzionalità tipiche di uno smart box. Oltre allo slot per la Sim dati e per la scheda microSD, ha anche un’uscita HDMI che può essere usata per riprodurre i contenuti multimediali su un qualsiasi schermo con ingresso HDMI. Ho apprezzato molto la velocità di avvio: il sistema è disponibile in meno di 20 secondi. La home è personalizzabile inserendo le 4 applicazioni che si utilizzano più spesso. Lo si può acquistare su Aliexpress.

IHeylinkit Mini Ai Box

Il Mini Ai Box ha una cpu a 8 core da 2.3GHz, 4GB di Ram e 64GB di memoria interna espandibile con microSD. Ha anche il modulo 4G LTE e si avvia in circa 25 secondi. Il sistema è basato su Android 10 e offre una delle migliori interfacce tra gli smart box provati. Si può scegliere tra 3 differenti layout personalizzabili con oltre 70 widget. Supporta l’aggiornamento del firmware FOTA.

iManAuto

Al momento in cui scrivo questo smart box non è più disponibile ed è un vero peccato perché si trattava di un prodotto molto interessante. Basato su Android 11, si avvia in circa 25 secondi e mette a disposizione un’interfaccia moderna e facile da navigabile. Pur non essendo disponibile nella lingua italiana, si apprezza per la grafica moderna. Ha un’uscita HDMI per essere collegato a qualsiasi monitor e una seconda porta USB di dimensione standard che può essere usata per collegare una pendrive. Non ha un modulo 4G: la connessione dati deve essere fornita da un hotspot WiFi. Lo stesso produttore offre in alternativa il modello Ai Box MTK6765.

KeyBriq First Gen

Rispetto ad altri modelli simili, l’ho trovato un po’ lento all’avvio: per caricare il sistema occorrono più di 30 secondi. Una volta avviato, però, è abbastanza reattivo. L’interfaccia è semplice e intuitiva, con le app di Netflix e YouTube preinstallate. È dotato di modulo 4G e slot di espansione per microSD. Era acquistabile direttamente sul sito ufficiale, ma ora è fuori produzione, sostituito dal modello BRIQ3-PRO.

smart box carplay

Ottocast Picasou U2-PLUS

Prezzo forse un po’ alto, ma ha tutte le funzionalità che si cercano in un dispositivo del genere. Ha sia il modulo 4G che lo slot per una microSD. Le specifiche comprendono il processore Qualcomm Snapdragon SDM450, 4GB di RAM e 64GB di memoria interna. Si avvia in meno di 20 secondi e supporta anche le auto con schermo no touch. Il sistema operativo è basato su Android 9.0.

Smart-box Wireless-Box Plus

Compatto e pratico, questo dispositivo integra 3 funzioni: Wireless CarPlay, Wireless Android Auto e TV Cast. In pratica può essere usato come un adattatore per rendere Wireless CarPlay e Android Auto oppure può essere usato per riprodurre i contenuti multimediali che si sono caricati su una pendrive USB e fare il mirroring del telefono sullo schermo dell’auto. È basato su Android 11 e l’interfaccia può essere facilmente personalizzata in base alle proprie esigenze. A differenza di altri, non consente l’installazione di altre applicazioni dal Play Store.

Smart-box T-Box Plus

Basato su Android 11, questo piccolo smart box è equipaggiato con un processore Qualcomm Snapdragon 6125, 4GB di Ram e 64GB di memoria interna espandibile con una microSD. Ha anche il modulo 4G, il GPS e doppio Bluetooth 4.2 e 5.0. L’interfaccia è personalizzabile e consente di avere al centro il navigatore mentre a destra rimane visibile un pannello per accedere velocemente alle app più usate e ai controlli per la riproduzione.   

Tutorial

Unire più pdf in un unico file

Hai diversi pdf e vuoi metterli insieme per creare...

Tantissimi trucchi per Android 14 e non solo

Il nuovo sistema operativo di Google è arrivato, carico...

Come aggirare il blocco della condivisione dell’abbonamento di Netflix

Se vuoi continuare a guardare film e serie tv...

Come realizzare online video generati dall’intelligenza artificiale con FlexClip

Se stai cercando un modo per creare video di...