AirWnC: l’app per condividere il bagno.. 5 mesi dopo

In questi mesi tutti abbiamo sentito parlare di AirWnC, l’applicazione per chi non sa dove andare al bagno. Il nome ad alcuni ricorderà il più famoso AirBnB, solo che invece di condividere il proprio alloggio o la propria camera, AirWnC propone la condivisione del solo bagno. Giusto il tempo di soddisfare i propri bisogni.

Un concept verosimile che ha spopolato su tutti i social network perché, è proprio vero, “farla” come a casa non ha prezzo. L’idea è venuta alla video agency milanese ComboCut che ha avuto l’intuizione di trasformare una battuta tra colleghi in un potente veicolo pubblicitario. Come? Realizzando il video promo e mantenendo un’alone di ambiguità intorno. L’app infatti (ancora) non esiste, anche se i dubbi sono venuti a più di un utente e in tanti non vedono l’ora che qualcuno la realizzi per davvero. L’obiettivo era principalmente quello di animare le conversazioni online per far parlare del video a anche un po’ di sé:

“lasciare la giusta ambiguità sull’esistenza dell’app ci sembrava il cardine per alimentare un dialogo online a suon di botta e risposta”

Obiettivo raggiunto in pieno. Del video e di ComboCut si ne è parlato qui, qui e qui. E l’eco ha raggiunto anche il sito Time.com che titola “Fake Toilet-Sharing App Rents 15 Minutes of Bathroom Time for $4“. Ma quanto effettivamente se ne è parlato? Quale è stato il ritorno per ComboCut in termini di numeri? Eccone un po’. Soltanto dal sito di Wired, per citarne uno, sono partite 8554 condivisioni (7000 solo nelle prime 2 settimane).

airwnc_wired

 

Il solo canale YouTube di ComboCut segnala oggi ben 91.000 views che però non restituiscono la fotografia reale delle effettive visualizzazioni. A queste views andrebbero sommate quelle avvenute tramite altri player. Sono tanti, infatti, i siti web che utilizzano un proprio player su cui mostrare i video.

Dalle pagine del loro blog, i ragazzi di ComboCut fanno sapere di avere ottenuto su Facebook 97.891 cui sommare altre 600.000 views.

Altri numeri interessanti vengono da Twitter. Secondo i dati rilevati dalla videoagency milanese, nelle prime due settimane il reach di utenti che parlavano di #AirWnC e #ComboCut è quantificabile in questa cifra qui 1.634.931.

Insomma, numeri che la dicono lunga sul potenziale dei social network in ambito di marketing e visibilità e su quanto un approccio social oriented possa rivelarsi la strategia vincente per promuovere la propria attività. Su questo non c’è dubbio.

Ma, forse, dietro al successo di questa idea in particolare c’è la consapevolezza, mista a un po’ di inquietudine, che ormai tutti i nostri bisogni siano risolvibili grazie a un clic su un display.

 

 

i più letti

Collegare l’iPhone alla TV senza Apple TV

La Apple TV consente di collegare l’iPhone e l’iPad al televisore, ma ci sono anche altri modi più economici per farlo. Ecco quali. Ci sono...

Nuova procedura per installare AA Mirror, e vedere video su Android Auto

In un precedente articolo ho fatto vedere come installare AA Mirror, un app per guardare film e serie tv su Android Auto. La vecchia...

Come installare CarStream su Android Auto con Android 10

Installando CarStream su Android Auto puoi navigare su Internet e guardare video in streaming o riprodurre i filmati salvati sul telefono Per evitare distrazioni al...

Guardare Sky Go sulla TV, soluzione funzionante

Sky Go è l’applicazione per guardare i programmi del proprio abbonamento di Sky su un dispositivo mobile come uno smartphone, un tablet o anche...

Unblocked, raggiungere i siti bloccati senza usare una VPN

Con Unblocked puoi aggirare la censura dei provider e raggiungere i siti bloccati senza dover installare nulla sul pc. Unblocked è un sito che fondato...

Scaricare film e serie tv da Prime Video e non solo in modo legale su pc

Prime Video è la piattaforma di streaming di Amazon che fa concorrenza a Netflix. Ci si possono trovare film, serie tv, documentari, cartoni e...

HACKING CORNER

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

leggi anche