adv
HomeTechComputerCome aggiungere qualsiasi cartella a OneDrive

Come aggiungere qualsiasi cartella a OneDrive

Soluzione per sincronizzare qualsiasi cartella in OneDrive oltre alle cartelle predefinite Desktop, Documenti e Immagini.

OneDrive è il servizio cloud di Microsoft che ti permette di sincronizzare tutti i tuoi file su tutti i tuoi dispositivi. Purtroppo ha un limite: puoi creare su OneDrive qualsiasi cartella, ma dal pc puoi aggiungere solo le cartelle Documenti, Desktop e Immagini. C’è però un trucco per aggirare questo limite e aggiungere qualsiasi cartella.

Usando un opportuno comando puoi aggiungere su OneDrive e sincronizzare qualsiasi cartella locale del computer. Io, ad esempio, ho alcune cartelle nel secondo disco del mio computer che voglio sincronizzare su OneDrive in modo da poter accedere ai file anche quando sono fuori casa. Ci sono altri servizi che avrei potuto usare per fare la stessa cosa, come Google Drive. Ma ho un abbonamento a Microsoft 365 che mi offre 1TB di spazio su OneDrive e non voglio spendere per un altro servizio.

Dopo un po’ di ricerche, ho trovato la soluzione che consiste nell’usare il comando mklink. Questo comando consente di creare link simbolici, che sono una specie di scorciatoie avanzate. Un link simbolico fa sembrare che il file o la cartella esistano effettivamente nella posizione in cui viene creato. Si può, quindi, creare in OneDrive un link simbolico a qualsiasi cartella presente sul pc e questa sarà sincronizzata sulla nuvola di Microsoft.

Ci sono due modi per creare un link simbolico. Il primo consiste nell’usare appunto il comando mklink attraverso il prompt dei comandi di Windows. Supponiamo ad esempio di voler aggiungere a OneDrive la cartella prova che si trova nel disco d:. La procedura per farlo è la seguente.

  1. Esegui come amministratore il Prompt dei comandi di Windows
  2. Digita quindi il comando:
    mklink /j “%UserProfile%\OneDrive\prova” “d:\prova”

d:\prova è il percorso dove si trova la cartella di origine.

Prompt dei Comandi

Una volta eseguito il comando, viene creata la cartella in OneDrive che si chiama sempre prova e che punterà alla cartella prova che si trova nel disco d:.

OneDrive

La cartella creata in OneDrive può avere anche un nome diverso dalla cartella che vuoi sincronizzare. Puoi ad esempio chiamare la cartella pippo, o pluto, o in qualsiasi altro modo desideri, ma è più opportuno usare lo stesso nome per ricordare di quale cartella si tratti. L’importante è che non ci sia in OneDrive già una cartella con quel nome, altrimenti non sarà possibile creare la giunzione.

Una volta creata la giunzione, tutto quello che copi, salvi o elimini in una delle due cartelle verrà applicato anche all’altra cartella. Se cancelli la cartella su OneDrive, l’altra cartella continuerà ad esistere sul pc. Cambierà solo il fatto che non sarà più sincronizzata su OneDrive.

C’è anche un secondo modo per creare un link simbolico e consiste nell’usare l’estensione LSE (Link Shell Extension). Questa estensione ti premette di aggiungere al menu contestuale di Esplora file il comando per creare la giunzione.

Per usarla, devi innanzitutto scaricare e installare l’estensione e poi riavviare il pc. Dopo averlo fatto, seleziona la cartella di origine che vuoi aggiungere a OneDrive, fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona la voce Usa come origine del collegamento.

Selezione cartella di origine

Vai quindi nella cartella di destinazione, fai clic col pulsante destro dentro la cartella, apri il sotto menu Crea come e seleziona Giunzione.

Selezione cartella di destinazione

Se hai Windows 11, quando clicchi col tasto destro sulla cartella devi selezionare Mostra altre opzioni, altrimenti non puoi visualizzare il menù contestuale con i comandi dell’estensione LSE.

In alternativa a OneDrive, per sincronizzare qualsiasi cartella sul cloud puoi usare altri servizi come ad esempio Google Drive.

Recensioni

GUIDE E TRUCCHI