Koo!, il social network dove si condivide solo l’audio

Niente foto, video o lunghi testi: su Koo! condividi solo brevi audio ed evitare di passare ore a guardare lo schermo del telefonino.

Koo! è il nuovo social network dove non si comunica con immagini, video e testo, ma solo con brevi audio della durata massima di un minuto. Un nuovo modo per rimanere connessi, scoprire cose nuove senza passare troppo tempo sullo schermo del telefonino.

Oggi infatti molti genitori sono preoccupati dal fatto che i propri figli passano molto tempo sullo schermo dei propri smartphone. Proprio per questo gli ideatori di Koo! hanno pensato bene di creare una piattaforma che permettesse ai giovani di rimanere connessi ma al tempo stesso senza stare ore e ore attaccati allo schermo del loro telefonino.

Koo!

Da questa volontà è nato Koo!, un social network che ti permette di condividere solo brevi audio. In pratica, proprio come tutti gli altri social network, il punto centrale è la condivisione. Puoi seguire ed essere seguito da altre persone, condividere cose interessanti di qualsiasi genere o argomento.

Koo! offre anche la possibilità di aggiungere sticker o emoticon agli audio che vengono condivisi. In questo caso anche gli sticker le emoticon sono in formato audio. Quando crei un audio, quindi, puoi renderlo più creativo aggiungendo gli effetti sonori che ti mette a disposizione l’app come ad esempio un tamburo, un sorriso e così via.

Koo!

Per accedere a Koo! devi scaricare sul tuo smartphone l’applicazione ufficiale ed effettuare il login utilizzando il tuo numero di telefono. Una volta effettuato l’accesso, potrai personalizzare tuo profilo con un’immagine, scegliere il tuo nome utente ed eventualmente decidere se inserire anche il tuo vero nome.

Grazie a Koo!, mentre sei sull’autobus diretto a lavoro o a scuola, ti bassa indossare le cuffiette per conoscere cosa hanno di interessante da condividere i tuoi amici. Si tratta di un social network molto giovane e per questo al momento è poco popolato: per ora è usato quasi esclusivamente da americani.

Prima che prenda piede anche in Italia ci vorrà del tempo. L’idea alla base di Koo! è semplice ma anche allo stesso tempo molto geniale. Diventerà un social network di successo come i vari Instagram e Facebook, oppure passerà presto nel dimenticatoio? Staremo a vedere.

top reviews

Recensione Google Pixel Buds

Sebbene non siano ancora disponibili in Italia, abbiamo deciso di farcene arrivare una coppia direttamente dagli USA per fare una review dei Pixel Buds,...

TicHome Mini, la nostra recensione

Abbiamo provato il TicHome Mini, uno dei primi speaker intelligenti con l’Assistente Google disponibile anche in Italia Il TicHome Mini è al momento lo speaker...

Recensione Huawei MateBook D

La nostra prova del MateBook D, il notebook che sembra un MacBook ma dentro ha Windows e costa la metà. Huawei, forte dell’esperienza accumulata con...

Recensione Pixel 3 XL, il nuovo super smartphone di Google

Google lancia la sfida a Samsung e Huawei, ma il Pixel 3 XL ha le carte in regola per reggere il confronto con gli...

how to

Trucchi iOS, selezionare e trascinare più app contemporaneamente

Con questa piccola guida puoi selezionare più app contemporaneamente e spostarle in una nuova schermata velocemente. Rispetto ad Android, l’iPhone e i dispositivi iOS offrono...

Come postare su Instagram dal pc

Tre soluzioni per pubblicare foto e video su Instagram usando il computer, senza dover usare lo smartphone. Per molti Instagram è diventato un’opportunità di guadagno....

Come fare il root del Google Pixel 3 e Pixel 3 XL con Magisk

Ecco la procedura aggiornata per sbloccare il Google Pixel 3 e il Google Pixel 3 XL usando il root con Magisk. Il root di un...

Come collegare uno speaker bluetooth a Google Home

Se l’audio del tuo Google Home non ti soddisfa, puoi migliorarlo collegando uno speaker bluetooth più potente. Ecco come. Google Home è uno speaker intelligente...

Installare AA-Phenotype-Patcher e AA Mirror su Galaxy S9 e Android 9.0

AA Mirror e AA-Phenotype-Patcher potrebbero non funzionare sui nuovi smartphone come il Samsung Galaxy S9, ma c’è la soluzione. Ho già fatto una guida per...