Meal Sharing, la community per condividere un posto a tavola

Meal Sharing è una community che permette ai viaggiatori di provare la vera cucina casalinga che viene condivisa dai membri in tutto il mondo.

Alcuni lo hanno chiamato l’Airbnb del cibo e in effetti Meal Sharing ha molte cose in comune con la piattaforma di condivisione del proprio appartamento. In questo caso i membri della community non condividono un posto letto ma un posto a tavola.

In pratica Meal Sharing offre ai viaggiatori la possibilità di provare la vera cucina casalinga perché si troveranno a mangiare a casa di qualcuno che li ospita e non al solito ristorante. Non c’è quindi un menu da cui scegliere un piatto, ma qualcuno che decide di mettere a disposizione di altri quello che ha cucinato per sé stesso.

L’idea è venuta Jay Savsani durante un viaggio in Cambogia dove ha potuto usufruire dell’ospitalità di Mr. Pon e della sua famiglia. La piattaforma è stata lanciata circa due anni fa e ha riscosso un discreto successo con oltre 150 Paesi in cui viene attualmente utilizzata.

Come funziona Meal Sharing?

Su Meal Sharing ci sono due tipologie di utenti: il padrone di casa (host) e l’ospite (guest). Il padrone di casa inserisce sulla piattaforma il pasto che vuole condividere, indicando anche il giorno e il prezzo. L’ospite navigare sul sito di Meal Sharing per trovare la disponibilità di pasti cucinati a casa nelle prossime mete dei suoi viaggi e prenotare un posto a tavola.

È naturalmente il padrone di casa a stabilire il giorno, la data e il prezzo per il pasto, ma se la data non coincidesse con le proprie esigenze, l’ospite può sempre chiedere all’host di cambiarla.

Meal Sharing è quindi una piattaforma di condivisione dei pasti che offre la possibilità di conoscere nuove persone ed esplorare la loro cucina, oltre a dare l’opportunità a qualcuno di guadagnare qualcosa senza dover aprire un ristorante.

Ultime Recensioni

CyberGhost VPN, accedi a tutti i siti web in modo sicuro e senza censura

L’idea di un’Internet completamente libero e sicuro è per ora un miraggio. I grandi giganti del web cercano di controllare le nostre attività per...

Sony WH-1000XM3, sono davvero le migliori cuffie bluetooth?

Cosa hanno di così tanto speciale le Sony WH-1000XM3 per costare ben 380 euro? Per saperlo la cosa migliore era provarle. Così me ne...

Recensione Google Nest Hub, smart display by BigG

Ho passato qualche giorno col piccolo display intelligente di Google, non è perfetto ma dopo averlo provato diventa difficile staccarsene. Amazon non è più l’unico...

Recensione Audio-Technica ATH-M50xBT

Cuffie bluetooth di qualità per veri intenditori e audiofili che cercano la pulizia del suono e godersi ogni sfumatura della loro musica preferita. Audio-Technica è...

GUIDE E TRUCCHI

I 20 consigli di Apple per scattare foto perfette con iPhone 7

Per quanto sia semplice e potente, la fotocamera dell’iPhone 7 non può fare miracoli. Ci sono diverse situazioni in cui l’intervento da parte del...

Come installare iOS 13, anche senza account sviluppatore

All’ultimo WWDC Apple ha presentato il nuovo iOS 13 che verrà rilasciato ufficialmente con i nuovi iPhone a fine settembre. Manca ancora qualche mese,...

Cancellarsi dalle newsletter inutili con un clic per sempre

Ogni giorno la nostra casella di posta è invasa di email spazzatura con pubblicità e newsletter, ma c’è un modo per eliminarle per sempre...

Personalizzare il desktop del computer con Splash

Spalsh offre un modo semplice e gratuito per personalizzare il desktop del nostro computer con migliaia di immagini condivise dalla community di Unsplah. Splash è...

MeetFranz 5, usare due o più account di WhatsApp su PC

Con questa applicazione puoi gestire contemporaneamente due o più account di WhatsApp, Messenger, Telegram, Skype e non solo Se hai due o più numeri di...