Recensione JBL Link Bar, una soundbar davvero smart

Pregi e difetti della prima soundbar dotata di Assistente Google e che ti permette di trasformare una vecchia tv in una completa smart tv.

La JBL Link Bar è la prima sound bar con Assistente Google, offre un audio da 100Watt, integra Chromecast ed ha anche Android TV. Una soundbar intelligente che oltre a migliorare l’audio, ti permette anche di trasformare qualsiasi tv in una smart tv. Al momento non è ancora distribuita in Italia, ma la si può comunque acquistare su un negozio online.

Per provarla ne ho acquistato una su Conrad, un negozio online ancora poco conosciuto in Italia ma che ti consiglio di visitare. Conrad offre tantissimi prodotti americani che non troveresti mai su Amazon e quindi ci puoi trovare anche gadget interessanti prima che vengano distribuiti nel nostro Paese. La JBL Link Bar ha un prezzo di listino di circa 400 dollari, ma su Conrad la trovi a €429, e con le promozioni per i nuovi clienti la puoi acquistare anche a meno.

Primo contatto con la JBL Link Bar

La JBL Link Bar ha un design ben riuscito, con un tessuto a rete che avvolge la soundbar nascondendo i vari speaker. È anche abbastanza leggera e compatta. In dotazione, oltre al telecomando, vengono forniti un cavo HDMI, due supporti per il montaggio a parete e anche un doppio cavo per l’alimentazione, uno con la presa americana e uno con la classica spina italiana.

Tutti i connettori sono disposti sul retro e sono facili da raggiungere. Oltre ai tre ingressi HDMI 4K per collegare decoder, console e altro, c’è anche un connettore USB-C, ma non è utilizzabile: è solo per il servizio di assistenza.

connettori jbl link bar

Sulla parte alta ci sono poi alcuni controlli per la seleziona della sorgente, per il volume, il bluetooth e per disabilitare il microfono: così sei sicuro che non si attivi per errore l’Assistente Google. Infine sulla parte frontale ci sono alcuni led per un controllo visivo del livello del volume.

Recensione JBL Link Bar

L’installazione è semplice e veloce. Anche se JBL non distribuisce ancora in Italia la JBL Link Bar, è perfettamente funzionante, con menu e applicazioni in italiano.

Funzionalità integrate nella JBL Link Bar

La caratteristica più importante della JBL Link Bar è sicuramente il fatto di aver integrato l’Assistente Google. È la prima soundbar nel suo genere e grazie a questa funzionalità ti permette di avere tutte le funzionalità di uno smart display, ma su uno schermo molto più grande. Basta pronunciare la fatidica frase “Ok, Google” e puoi chiederle qualsiasi cosa.

telecomando JBL Link Bar

Altra funzione interessante è il fatto di aver integrato Android TV. Una volta collegata al televisore, puoi quindi trasformarlo in una vera smart tv, con tutte le funzionalità tipiche di questi dispositivi. Puoi installare app, giochi, accedere alle piattaforme di streaming online e altro ancora. Android TV offre molte più possibilità rispetto ad altre piattaforme e ha un’interfaccia intuitiva e molto personalizzabile.

C’è poi Google Chromecast per inviare i contenuti dallo smartphone, è naturalmente il bluetooth per collegare altri dispositivi senza fili. Infine ha l’interfaccia HDMI ARC che ti permette di riprodurre l’audio della tv senza dover collegare altri cavi: ti basta un solo cavo HDMI che viene utilizzato sia in ingresso che in uscita.

Audio

Questa soundbar è dotata di due tweeter da 20mm e 4 driver da 80mm capaci di una potenza complessiva di ben 100Watt. Non è fornita di alcun subwoofer, che di per sé non è un male perché diventa molto più semplice installarla.

Recensione JBL Link Bar

La qualità audio è sicuramente molto buona, d’altra parte da un marchio come JBL non potevo aspettarmi diversamente. Il suono è abbastanza potente da soddisfare le normali esigenze casalinghe, e di molto superiore al sistema audio integrato nei normali televisori. Puoi sfruttare la JBL Link Bar anche come un normale speaker per ascoltare la musica senza dover accendere la tv. Considerato che manca un subwoofer, anche i bassi sono accettabili. Avrei solo preferito che ci fossero maggiori opzioni nell’equalizzatore per personalizzare l’ascolto.

Difetti della JBL Link Bar

Come ho detto, ci sono pochi controlli per personalizzare l’audio. Poi mancano le classiche porte USB che trovi su qualsiasi smart tv e che sono utilissime per riprodurre qualche video che hai su una periferica esterna. C’è una porta USB-C, ma è solo service.

Il telecomando non ha un pannello touch che avrebbe permesso di navigare meglio nei menu e soprattutto quando si utilizza un browser. Manca infine Amazon Prime Video, un vero peccato perché la piattaforma di streaming di Amazon sta riscuotendo sempre più successo e io sono uno dei suoi estimatori.

Giudizio finale

La JBL Link Bar è uno di quei dispositivi tutti in uno che ti permette di migliorare l’esperienza multimediale in casa senza dover acquistare più dispositivi. I 400 euro per averla possono non sembrare pochi, ma considerando tutte le funzionalità e quello che offre la concorrenza, sono più che accettabili.

Con la JBL Link Bar puoi rendere smart un vecchio televisore, divertirti con l’Assistente Google e hai anche un sistema audio di buona qualità. C’è qualche difetto, ma ripeto, per quello che costa è sicuramente un ottimo acquisto.

Specifiche JBL Link Bar

  • Potenza massima: 100W
  • Risposta di Frequenza: 75Hz–20kHz
  • Interfacce: 3 x HDMI 2.0 In, Optical audio, USB-C (solo service), AUX In, LAN 10/100Mbs
  • Connettività wireless: Bluetooth 4.2, Wi-Fi 802.11a/b/g/n/ac
  • Piattaforma smart: Android TV
  • Dimensioni: 1020 x 60 x 93mm
  • Peso: 2,5Kg

i più letti

Nuova procedura per installare AA Mirror, e vedere video su Android Auto

In un precedente articolo ho fatto vedere come installare AA Mirror, un app per guardare film e serie tv su Android Auto. La vecchia...

Collegare l’iPhone alla TV senza Apple TV

La Apple TV consente di collegare l’iPhone e l’iPad al televisore, ma ci sono anche altri modi più economici per farlo. Ecco quali. Ci sono...

Mostrare il blocco maiuscolo nella taskbar di Windows

Con un piccolo programma possiamo visualizzare nell’area di notifica quando è attivo o meno il blocco maiuscolo. Non tutte le tastiere hanno un led che...

Guardare Sky Go sulla TV, soluzione funzionante

Sky Go è l’applicazione per guardare i programmi del proprio abbonamento di Sky su un dispositivo mobile come uno smartphone, un tablet o anche...

Errore is not a valid floating point value, soluzione

Se hai ricevuto un messaggio di errore con la scritta is not a valid floating point value, ecco la soluzione per risolvere il problema. Il...

Guida eMule 2019 per scaricare con ID alto

Tra i programmi per scaricare file da Internet, eMule rimane ancora uno dei migliori: ecco una guida semplice per installarlo e configurarlo su Windows...

HACKING CORNER

I PIÙ LETTI DELLA SETTIMANA

leggi anche