Tenere sotto controllo il proprio account Twitter è importante. Vi aiuta a monitorare gli accessi e a capire come migliorare la vostra posizione su questo social network, e soprattutto a liberare spazio, facendo pulizia nel vostro account.  Vi chiederete perché preoccuparsi di chi non ci segue. Forse non tutti lo sanno ma esiste un limite posto da Twitter al numero di utenti che si seguono. Questo limite è di 2000 following. Quello che molti non sanno è che questo limite può essere alzato aumentando il numero di followers, cioè di persone che ci seguono. Nello specifico, oltre i 2000 following, possiamo seguire solo fino al 10% in più dei propri follower. Questo vuol dire che tutti gli unfollowers e gli utenti inattivi impediscono di interagire con gli utenti che veramente sono interessati a voi. Ecco perché eliminarli può essere una mossa molto utile al vostro profilo.

Per scoprire se ci sono persone che voi seguite e che a loro volta però non vi seguono potete provare strumenti come l’app Unfollow, oppure Justunfollow, due soluzioni gratuite semplici da utilizzare che offrono una serie di funzioni per aiutarvi a gestire meglio il vostro account. 

Entrambi i servizi hanno un’interfaccia semplice ed intuitiva e potete scegliere se continuare a seguire chi non vi segue oppure no. Se vi pentite potete sempre utilizzare ReFollow. Quest’app è un’ottimo strumento per gestire al meglio i vostri contatti organizzandoli in base alla loro importanza. Diventa così possibile distinguere gli amici tra i followers, ma anche trovare nuovi contatti interessanti o, cosa non da poco, bloccare eventuali utenti sgraditi. Insomma un ottimo ausilio per destreggiarsi tra tutti i vostri cinguettii.