Scopri gli oltre 150 i progetti di Google che non hanno avuto successo e che sono stati chiusi per sempre in tutti questi anni

Sapevi che sono oltre 150 i progetti di Google che sono stati chiusi in tutti questi anni? Inbox è solo uno degli ultimi, e non è il solo. Per ricordarli è stato creato Killed by Google, un sito web in cui sono raccolti tutti i progetti di Google che non esistono più o che saranno chiusi a breve.

Google è una delle aziende tecnologiche più grandi al mondo, ma non tutte le cose che ha fatto hanno avuto successo. Ci sono tantissime app e servizi che che sono stati abbandonati e chiusi per sempre. Se vuoi scoprirli, su Killed by Google puoi trovare tutti i progetti che Google ha deciso di chiudere.

Google Inbox è morto? Si, ma non è il solo!

Sono davvero tanti i progetti avviati da BigG e che poi sono stati abbandonati per via del loro insuccesso. Ma forse il suo segreto del successo di Google sta proprio in questo: provare tantissime cose fino a trovare quelle che poi hanno presa sulle persone e che diventano servizi indispensabili e di uso quotidiano.

Nei laboratori di ricerca di Google vengono portati avanti tantissimi progetti. Molti di questi non vedono mai la luce. Altri, invece, vengono lanciati e poi terminati perché non hanno avuto il ritorno sperato. Killed by Google è un vero e proprio cimitero di tutti i progetti di Google che sono stati chiusi per sempre.

Killed by Google

Ci sono app, servizi, ma anche dispositivi. Basti ricordare ad esempio Chromecast Audio, oppure i Google Glass che dovevano essere uno dei gadget più rivoluzionari e più attesi. Tutte cose che dopo l’enorme clamore suscitato, non se ne è più sentito parlare. Già solo per citare quelli che hanno chiuso o che chiuderanno nel 2019 ci sono:

  • Google Fusion Tables
  • Fabric
  • Inbox by Gmail
  • Google+
  • Google URL Shortener
  • Google Allo
  • Google Notification Widget (Mr. Jingles)
  • Chromecast Audio

E altri ne verranno. Se vuoi divertirti a scoprirli non devi far altro che andare su Killed by Google. Sarà un po’ come fare un tuffo nel passato.