Chi ha visualizzato il tuo profilo su LinkedIn? Dopo tutto fa parte di una sana curiosità quella di vedere chi si è interessato a noi. Ma in ambito lavorativo rappresenta sicuramente un’occasione in più per aprire a nuove opportunità e gestire al meglio la propria rete professionale. Un aspetto che il social network per eccellenza dedicato al mercato del lavoro non poteva non prendere in considerazione sviluppando una nuova feature ad hoc. “How You Ranking” mostra la “graduatoria” del proprio profilo in relazione sia alle persone con cui già si lavora sia con i contatti sviluppati sul social network, basandosi sul numero di volte che il proprio profilo è stato visto negli ultimi 30 giorni. Secondo i manager di LinkedIn questa nuova caratteristica dovrebbe incentivare gli utenti ad essere più attivi e partecipativi. Certo, bisogna ammettere che questa novità ha un po’ il sapore del Klout, la web app che misura il proprio livello di influenza sui social network, ma al di là dell’aspetto vanesio, non è del tutto sbagliata. Il concetto di classifica fa sempre leva su ego e competività, quindi gli utenti potrebbero davvero aumentare la propria presenza su LinkedIn. Inoltre, accanto al ranking gli utenti vedranno una lista di “tips”, ossia una serie di suggerimenti o piccoli spunti per ottenere più visibilità.