Recensione Huawei Honor FlyPods, copia di qualità delle AirPods

Audio
7
Design
8
Qualità costruttiva
9
Funzionalità
7
Autonomia batteria
7
Prezzo
8
I FlyPods 2 di Honor sono una copia ben riuscita degli AirPods di Apple. Sono ottimi auricolari, comodi da indossare, hanno la ricarica wireless e un bel design. Riproduco un audio molto potente, ma meno fedele e con pochi bassi.

Gli auricolari wireless FlyPods di Honor sono molto simili agli AirPods di Apple, ma sapranno rivaleggiare anche per qualità e audio?

Ci sono tantissime copie degli AirPods, ma i FlyPods 2 non sono fatti da un produttore cinese sconosciuto. Sono brandizzati Honor, e quindi sono Huawei, che non è sicuramente uno qualsiasi. È uno dei più grossi produttori di smartphone al Mondo, ma almeno in questo caso non sembra brillare per originalità.

I FlyPods, che Huawei vende col marchio Honor, sono molto simili agli AirPods di Apple. A dire il vero il produttore cinese distribuisce gli stessi auricolari anche col marchio Huawei, chiamandoli però FreeBuds. In pratica i FlyPods 2 e i FreeBuds 2 sono gli stessi auricolari ma distribuiti rispettivamente col marchio Honor e Huawei.

Honor FlyPods Huawei FreeBuds

 

La prima versione di questi auricolari era molto diversa dagli AirPods, ma la seconda sembra una copia quasi identica degli auricolari di Apple. Talmente simile che siamo al limite del plagio. Da un produttore così blasonato è un po’ una caduta di stile. Sembra di essere tornati indietro di qualche anno, quando Samsung e altri copiavano il design di Apple per spingere i loro prodotti.

AirPods a confronto con i FlyPods

Come ho detto i FlyPods e i FreeBuds sono praticamente gli stessi. Per ora sono venduti solo in Cina, ma attraverso AliExpress è possibile acquistarli anche dall’Italia. I FlyPods costano circa 80 euro, mentre per i FreeBuds ci vogliono una decina di euro in più. In pratica si paga il marchio Huawei che è più blasonato rispetto a Honor. Li trovi anche su Amazon da rivenditori paralleli, ma in questo caso li vai a pagare quasi quanto gli AirPods.

Sia i FlyPods che i FreeBuds sono disponibili in una doppia versione. Oltre quella standard, c’è la versione Pro che aggiunge ulteriori funzioni come il riconoscimento dell’impronta vocale ossea. Quelle standard sono bianche, mentre le pro sono rosse o nere. Non vale comunque la pena spendere di più per prendere la versione Pro perché le funzionalità in più funzionano per ora solo in cinese.

La domanda che mi sono posto è stata: i FlyPods e i FreeBuds sono una buona alternativa agli AirPods? Sono solo simili agli AirPods nel design, o possono rivaleggiare anche per qualità e audio? Così ne ho presi un paio su AliExpress per provarli di persona.

Unboxing dei FlyPods 2

La confezione di vendita dei FlyPods è sicuramente meno curata di quella degli AirPods. All’interno c’è il cavetto USB, gli auricolari e la custodia per la ricarica. Il primo impatto comunque è molto positivo. Vedendoli e prendendoli in mano questi auricolari sono molto simili agli AirPods di Apple. Mi rendo subito conto che non si tratta della solita cinesata.

Con un’analisi più attenta si notano però alcune differenze. Le asticelle dove sono inseriti i microfoni hanno un design più schiacciato e sono leggermente più lunghe di quelle degli AirPods che hanno una forma cilindrica.

AirPods_FlyPods

La custodia con la batteria per la ricarica è un po’ più grande e ha la base piatta. In questo modo può stare in piedi su un tavolo. Inoltre la custodia dei FlyPods supporta la ricarica Wireless, oltre la possibilità di usare un classico cavetto USB-C.

FlyPods_ricarica_wireless

La forma degli auricolari, però, è molto simile a quella degli AirPod, con un design semi-in-ear per creare un’esperienza di ascolto coinvolgente. Indossati offrono quindi lo stesso comfort. Sono molto leggeri, non non danno alcun fastidio e rimangono perfettamente fissi nell’orecchio anche con movimenti bruschi della testa.

AirPods e FlyPods indossati

Sono impermeabili secondo la certificazione IP54: sono quindi resistenti agli spruzzi d’acqua, non temono la sudorazione quando si fa sport o la pioggia leggera.

Possono essere utilizzati con un qualsiasi dispositivo Bluetooth, e quindi sono compatibili sia con Android che con iOS. La versione di Bluetooth è la 5.0 che garantisce una maggiore efficienza e un raggio d’azione più ampio.

Come funzionano i FlyPods

Per effettuare l’accoppiamento degli auricolari basta tenere premuto per due secondi il tasto presente sulla custodia per la ricarica. Una volta indossati, i FlyPods supportano il doppio tocco per rispondere alle chiamate e per controllare la musica. Un doppio tocco sull’auricolare destro avvia e mette in pausa la musica. Un doppio tocco sull’auricolare sinistro avvia l’assistente vocale.

Honor FlyPods auricolari

In conversazione i microfoni funzionano molto bene. Ogni auricolare è dotato di due microfoni con tecnologia di riduzione del rumore. L’altro interlocutore è riuscito ad ascoltare perfettamente la mia voce anche se mi trovavo in ambienti con un po’ di rumore. La batteria ha una durata di circa 2,5 ore quando si parla al telefono, un’ora in più se si ascolta la musica.

Confrontando la resa musicale con gli AirPods, posso dire che gli auricolari di Apple hanno un audio più bilanciato, anche se un po’ ovattato. I FlyPods, invece, sono molto più potenti, anche se mancano di bassi. Si può migliorare qualcosa agendo sull’equalizzatore.

I FlyPods, quindi, hanno un audio molto più potente, ma meno bilanciato.

Li compro o non li compro?

Per dare una risposta bisogna fare prima una serie di considerazione. Dal punto di vista del prezzo sono sicuramente più convenienti rispetto agli AirPods. Costano circa la metà, ma si devono acquistare su AliExpress, con tutti i problemi relativi ai tempi per riceverli e all’assistenza. Se fossero venduti direttamente in Italia, la convenienza sarebbe stata sicuramente maggiore.

Se sei un audiofilo che cerca degli auricolari per ascoltare la musica, con i FlyPods hai sì un audio molto potente, ma non così fedele. C’è da dire che neanche gli AirPods sono il massimo da questo punto di vista. Per ascoltare la musica ci sono auricolari sicuramente migliori, ma devi anche essere disposto a spendere molto di più.

Se accetti questi compromessi, i FlyPods sono sicuramente degli ottimi auricolari. Sono comodi, funzionano bene, hanno la ricarica wireless e un bel design. In conclusione posso dire che i FlyPods e i FeeBuds sono davvero una copia di qualità ben riuscita degli AirPods.

Specifiche Honor FlyPods

  • Sistemi operativi supportati: Android, iOS
  • Tipologia: Semi-in-ear
  • Connettività: Buetooth 5.0
  • Ricarica: USB-C e Wireless
  • Autonomia: fino a 3,5 ore di ascolto, fino 2,5 ore in conversazione
  • Autonomia con custodia di ricarica: più di 20 ore di ascolto, fino a 15 ore di conversazione
  • Dimensione singolo auricolare: 16,5 x 18,6 x 43 mm
  • Dimensione custodia: 50,5 x 45 x 24,5 mm
  • Peso singolo auricolare: 4 g
  • Peso custodia: 45 g