Guida a Tribler, il client torrent che protegge l’anonimato

Come funziona Tribler, il client torrent che trova e scarica film e musica senza farti scoprire

Ci sono diversi client torrent, ma Tribler è l’unico che protegge l’anonimato per davvero usando un protocollo simile a quello usato da Tor browser. Inoltre non ha bisogno di siti web per trovare film, musica e gli altri tipi di file perché ha un motore di ricerca integrato che cerca direttamente nei file condivisi dagli utenti.

Tribler di fatto è il client torrent più avanzato, ma è anche un progetto di ricerca open source della Delft University of Technology avviato circa 9 anni fa per migliorare e risolvere i difetti del protocollo BitTorrent. Tutte le sue funzionalità sono implementate in modo completamente distribuito, senza fare affidamento su alcun componente centralizzato.

Come funziona Tribler

Innanzitutto ha un motore di ricerca integrato che trova i file da scaricare senza bisogno di ricorrere a siti Web. Con un doppio clic su un risultato avvii il download. Con un singolo clic visualizzi i dettagli del file. Naturalmente può anche scaricare usando i file torrent che ti sei procurato su qualche tracker online.

Con Tribler puoi vedere un film o ascoltare un brano musicale senza dover terminare il download. Questo è possibile grazie al lettore integrato. Basta cliccare sul tasto Play, un po’ come su YouTube. Devi sono attendere il tempo necessario per il buffering.

Con Tribler puoi scaricare in completo anonimato. A differenza di quello che molti pensano, gli altri client torrent supportano la crittografia, ma questo non li rende anonimi. Tribler invece lo è, e per farlo utilizza una rete di onion routing simile a quella utilizzata da TOR che non ha bisogno di server centrali.

tribler

Tribler integra la blockchain e un sistema di token per la reputazione degli utenti. A cosa serve la reputazione? Ad evitare che le persone scarichino saturando la banda senza condividere. La filosofia alla base del P2P è proprio la condivisione delle risorse.

In parole molto semplici, condividendo contenuti con Tribler si guadagnano token di larghezza di banda che poi usi quando scarichi con l’anonimato per compensare la banda degli altri utenti che usi. Più token accumuli, e più velocemente poi puoi scaricare perché ti viene riservato un trattamento preferenziale.

tribler

Tribler ha infine i canali, che ti permettono di condividere file con persone che hanno i tuoi stessi interessi. I canali sono gestiti da utenti come te.

Tribler è in definitiva uno dei migliori client torrent che ci sono in giro. Non ha alcun tipo di pubblicità, è gratuito e ti fa scaricare senza compromettere la tua privacy. Non è perfetto. L’interfaccia, ad esempio, non si adatta automaticamente ai monitor ad alta risoluzione, ma sono piccoli difetti che col tempo saranno risolti.

Se vuoi provare questo client torrent scaricalo da qui.

 

 

 

Ultime Recensioni

Recensione JBL Link Bar, una soundbar davvero smart

Pregi e difetti della prima soundbar dotata di Assistente Google e che ti permette di trasformare una vecchia tv in una completa smart tv. La...

Quale scegliere tra Spotify, Apple Music, Amazon Music, Google Play Music e Tidal

Una comparativa tra i migliori servizi di streaming musicale per scegliere quello cui abbonarsi e ascoltare senza limiti tutte le canzoni che si vogliono. I...

Recensione PaMu Slide Plus, gli auricolari wireless che hanno fatto il botto

Sono gli auricolari wireless più venduti su Indiegogo, successo meritato o fumo negli occhi? Come sempre la verità sta nel mezzo. La campagna di raccolta...

Recensione UNI TWS, auricolari true wireless per lunghi viaggi

Direttamente da Indiegogo le cuffie completamente wireless che sfidano gli AirPods e che puoi usare anche in piscina. Gli auricolari true wireless sono il gadget...

GUIDE E TRUCCHI

Audio video troppo basso, come migliorarlo

Può capitare di ritrovarsi un video che non si sente bene. Il problema potrebbe dipendere dal fatto che quando si è registrato, ci si...

Come registrare lo schermo di Android senza root

Tre soluzioni gratuite per registrare lo schermo di un dispositivo Android senza root e salvare il video sul computer. Apple ha introdotto su iOS la...

Bot, cosa sono e dove trovarli

I bot aggiungono nuove funzionalità alle nostre applicazioni di messaggistica preferite, ma per trovarli bisogna sapere dove andare a cercare. I bot sono dei risponditori...

Installare app ufficiale iliad su iPhone

Sull’App Store ancora non è presente, ma un piccolo trucco di permette di installare l’app ufficiale di iliad per controllare il tuo abbonamento dall’iPhone. Con...

Come installare la beta di tvOS 13 su Apple TV

Apple in occasione dell’ultimo WWDC, la conferenza dedicata agli sviluppatori, ha rilasciato le beta di iOS 13, watchOS 6, iPadOS e naturalmente anche quella...