La nuova ammiraglia della casa automobilistica tedesca è la prima auto ad essere dotata di guida completamente autonoma fino a 60 km/h.

Il futuro è oramai alle porte e a dimostrarlo ci pensa l’Audi A8, la nuova ammiraglia teutonica che introduce il pilota automatico. È la prima auto ad essere stata sviluppata appositamente per la guida altamente automatizzata che la casa tedesca ha chiamato Audi AI. Questo sistema intelligente consente di guidare l’auto in un traffico lento a 60 km/h su strade e autostrade dove è presente una barriera fisica tra le due carreggiate.

In caso di traffico, basterà premere il pulsante AI sulla console centrale dell’Audi A8 per attivare la guida autonoma che controllerà avviamento, accelerazione, sterzata e frenata mentre il conducente potrà sollevare le mani dal volante e mettersi a fare altro, come anche guardare la TV. Quando il traffico diminuisce e la velocità raggiunge il limite, il pilota automatico invita il conducente a riprendere il controllo dell’auto.

Quando il pilota automatico è attivato, il sistema di controllo zFAS calcola in tempo reale un’immagine dell’ambiente circostante utilizzando i dati rilevati dai vari sensori. Oltre ai sensori radar, a una telecamera anteriore e ai sensori ad ultrasuoni, l’Audi A8 è anche la prima ad essere dotata di uno scanner laser.
Audi ha aperto la strada verso il futuro della guida automatica, ma ancora non è chiaro come questa nuova tecnologia si sposerà col quadro normativo dei diversi Paesi.