Tutti i migliori programmi per tenere video lezioni su Internet e svolgere la didattica a distanza senza usare Zoom

Con lo scoppio dell’emergenza Coronavirus e la necessità di fare video lezioni online, molti docenti hanno dovuto scegliere una piattaforma cui affidarsi e Zoom è stata una delle preferite. Zoom offre la possibilità di fare video conferenze, condividere lo schermo e anche la lavagna, molto utile per interagire con gli studenti.

Ma negli ultimi giorni Zoom è sotto l’occhio del ciclone per via della poca trasparenza sull’uso dei dati. Un problema non da poco visto che la maggior parte degli studenti delle scuole primarie e secondarie sono minorenni e che fino a qualche giorno fa utilizzavano Zoom ignari di tutto. Il problema sulla privacy ha così spinto i docenti a trovare un’alternativa a Zoom per proseguire le video lezioni in tutta sicurezza. Così di seguito ho raccolto le migliori alternative gratuite per fare video lezioni online.

Jitsi Meet

Jitsi Meet

Jitsi è una piattaforma per videoconferenza totalmente gratuita e open source. Queste sono già caratteristiche molto importanti dal punto di vista della sicurezza. Può essere utilizzata su computer direttamente nel browser senza dover installare altri software ed è disponibile come app per Android e iOS.

Se la usi sul computer ti consiglio di usare Chrome perché con altri browser potrebbe non funzionare correttamente. È disponibile in diverse lingue tra cui l’italiano e gli invitati possono collegarsi direttamente col link, senza dover eseguire alcuna registrazione. Puoi gestire la qualità dello streaming, condividere lo schermo o una finestra, inviare messaggi privati ai partecipanti, condividere i video su YouTube e anche registrare le video conferenze.

Ha anche la funzione per offuscare lo sfondo come su Skype, ma essendo ancora in fase beta non funziona perfettamente. Non ha la lavagna, funzionalità molto utile per un insegnate.

Numero massimo partecipanti: 75

Google Meet

Google Meet

È la piattaforma di video conferenze di Google che può essere utilizzata da tutti coloro che hanno la G Suite. La versione Basic della G Suite parte da poco meno di 5 euro al mese. Con Meet si possono realizzare riunioni video, condividere lo schermo e usare la chat, ma non c’è la lavagna purtroppo.

Chi ha la G Suite può invitare alle conversazioni video anche altri utenti che non hanno la G Suite. In pratica basta che l’insegnante abbia la G Suite mentre gli studenti partecipano col loro account di Google normale. Si può partecipare alla video lezione direttamente dal browser, senza dover installare nulla.

Numero massimo di partecipanti: 100 con G Suite Basic e G Suite for Education, 150 con G Suite Business e 250 G Suite Enterprise ed Enterprise for Education

Microsoft Teams 

Microsoft Teams

Si tratta di una piattaforma collaborativa di Microsoft integrata in Office 365, che le scuole possono sottoscrivere gratuitamente. Con Teams diventa facile gestire classi e video lezioni che si possono programmare e sincronizzare automaticamente su Outlook. Con Teams è possibile condividere documenti e lavorare con gli alunni in tempo reale usando le applicazioni di Office.

Per collegarsi a una riunione occorre usare l’applicazione per desktop o quella mobile. Oltre ad offrire tutte le funzionalità degli altri servizi visti prima, con Teams c’è anche la condivisione della lavagna Microsoft Whiteboard.

Numero massimo di partecipanti: 250

ezTalks!

estalks!

Una delle alternative più simili a Zoom per funzionalità. C’è la chat, le video conferenze di gruppo, la possibilità di registrare, si può condividere lo schermo, somministrare quiz e anche condividere la lavagna. Nella versione gratuita ci sono alcuni limiti: le video lezioni possono durare al massimo 40 minuti e possono partecipare al massimo 100 persone.

Numero massimo di partecipanti: 100

Webex

Cisco Webex

La piattaforma di videoconferenze di Cisco si è recentemente aggiornata proprio per venire incontro agli insegnanti durante l’emergenza Covid-19. Molto simile nel funzionamento a Zoom, offre ora la possibilità di condividere la lavagna e funziona anche direttamente nel browser, senza dover installare nulla. Nella versione gratuita c’è però il limite di 40 minuti.

Numero massimo di partecipanti: 100