Come va la nuova fibra di Sky? È davvero veloce come promettono e il modem è facile da configurare? Ecco la nostra prova

Sky è diventato da qualche giorno anche un fornitore di servizi internet. Con Sky WiFi offre il servizio di connettività appoggiandosi alla rete di Open Fiber. Ci sono anche altri operatori che si appoggiano alla stessa rete, e scegliere l’offerta migliore non è facile. Così ho deciso di provare di persona se effettivamente le promesse the Sky fossero mantenute o meno.

modem sky wifi

Nella pubblicità Sky afferma che la sua connessione è semplice, potente e spettacolare, ma lo sarà davvero? Nonostante la giovane età, il nuovo servizio Sky WiFi ha tutte le carte in regola per competere con operatori storici come Wind, Tim, Vodafone, Fastweb, Tiscali e altri? Andiamo a scoprirlo.

Semplicità – 9

Per lanciarsi nel mercato della fornitura di servizi internet, Sky ha puntato molto sulla semplicità, intesa come facilità di utilizzo e di configurazione: anche un utente meno esperto non avrà alcun problema. Lo scopo di Sky è quello di offrire un servizio affidabile ma al tempo stesso facile da utilizzare da qualsiasi utente e con qualsiasi dispositivo. L’installazione del modem e l’attivazione della linea avviene attraverso i tecnici di Open Fiber. Attivata la linea, non si deve far altro che collegarsi al WiFi usando la password fornita col modem. Tutte le impostazioni della rete si gestiscono con l’applicazione Sky WiFi disponibile per Android e iOS. L’interfaccia dell’app è abbastanza intuitiva, anche se alcune impostazioni sono un po’ nascoste.

Velocità – 9

Sky offre una connessione FTTH, ovvero con la fibra che arriva direttamente in casa. In teoria questa connessione può arrivare a 1 Gigabit in download e 300 Mega in upload. Sono naturalmente valori teorici, ma durante le prove che ho fatto mi ci sono avvicinato molto. Per sfruttare al massimo la velocità offerta dalla fibra di Sky occorre connettersi al modem via cavo. Utilizzando il WiFi si riesce a sfruttare al massimo solo la banda in upload mentre in download si riesce a raggiungere circa i 500 Megabit.

speedtest con wifi

Il problema dipende dal fatto che il modem non supporta il WiFi 6 ma solo il WiFi 5. Si tratta comunque di valori notevoli che consentono lo streaming a 4K anche su più dispositivi contemporaneamente. Sky non applica alcun filtro e quindi la velocità di navigazione è quella che effettivamente fornisce la rete di Open Fiber. Non ho avuto particolari problemi di connessione col modem fornito in comodato d’uso, anche collegando 10-15 dispositivi.

Modem – 7

Il modem fornito in comodato d’uso da Sky non ha antenne esterne ma è dotato di 8 antenne interne, quattro per la banda 2,4 GHz e quattro per la banda a 5 GHz. Le dimensioni sono molto contenute e quindi è facile trovargli posto. È dotato di tre porte Lan più quella WAN cui si connette l’ONT, ovvero il dispositivo che porta la fibra in casa. Non è provvisto di alcuna porta USB quindi non è dotato di funzionalità quali la condivisione di una stampante o il server multimediale per la condivisione dei file contenuti su una periferica di memoria.

modem sky wifi

Al momento dell’installazione viene fornito anche un piccolo cartoncino su cui sono presenti il pin e la password per il WiFi. Queste informazioni sono comunque reperibili anche sull’etichetta adesiva presente sul retro del modem. Non sono presenti tasti per disabilitare o abilitare il WiFi: bisogna usare l’app. Questo modem non supporta il WiFi 6 (802.11ax) ma solo il WiFi 5 (802.11ac). Questo impedisce di sfruttare al massimo la banda offerta dalla connessione fibra in download. Il pannello di gestione nel modem è molto semplice e vi si accede attraverso un normale browser digitando nella barra degli indirizzi 192.168.0.1. Per l’accesso il nome utente è admin mentre per la password è la stessa del WiFi. Il pannello di gestione è molto semplice ma anche molto limitato. Offre le funzionalità principali per controllare lo stato di funzionamento del modem, disabilitare il WiFi e poco altro. Mancano alcune impostazioni importanti come la possibilità di configurare una VPN, il QoS e il server multimediale. Molte delle impostazioni sono bloccate e non è possibile modificarle dal pannello di gestione ma bisogna utilizzare l’applicazione Sky WiFi per Android e iOS. Attraverso l’applicazione si può cambiare la password del WiFi, aprire le porte per giochi online o programmi di file sharing, impostare il parental control e anche cambiare il nome della rete wireless.

Per impostazione predefinita le bande a 2,4 GHz e 5 GHz utilizzano lo stesso nome: è il modem che gestisce a quale banda i dispositivi vengono connessi. Assegnando però nomi diversi alle due bande si può scegliere manualmente quale utilizzare, cosa che io preferisco. Il modem fornito in comodato d’uso va bene, quindi, per l’utente normale ma potrebbe non piacere all’utente smanettone.

Supporto – 10

Per ricevere assistenza si può utilizzare la pagina sul sito web dove è possibile trovare guide per l’utilizzo e la configurazione della connessione oppure telefonare al 170. Il supporto telefonico devo dire che si è rivelato impeccabile. Per parlare con qualcuno non si devono attendere tempi biblici e gli operatori si sono dimostrati sempre molto cordiali e disponibili. Quando l’operatore non è stato in grado di risolvere il problema, sono stato messo in contatto sempre con qualcuno in grado di farlo.

Essendo in una fase di lancio, Sky sta cercando in tutti i modi di attrarre a sé nuovi clienti e quindi punta molto sulla qualità del servizio. Non posso dire la stessa cosa di altri operatori dove spesso bisogna attendere molto prima di poter parlare con il supporto e a volte si trova dall’altra parte qualcuno che risponde da un paese estero o magari non è né competente né cordiale.

Prezzo – 7

Sky offre diversi piani di abbonamento per Sky WiFi. Quello più economico è l’offerta Smart che ha un prezzo di 29,90 € al mese ma che non comprende le chiamate gratuite. Diciamo che allo stesso prezzo altri operatori offrono qualcosa in più come le telefonate. Quindi il prezzo di Sky WiFi non è dei più concorrenziali ma la qualità del servizio è ottima. A volte vale la pena pagare un po’ di più per avere un servizio migliore e non risparmiare due o tre euro e poi magari trovarsi a imprecare con l’assistenza telefonica. Anche i costi stacco sono molto bassi. Il modem è fornito in comodato d’uso e quindi basta restituirlo. Se si decide di tenerlo il costo da pagare è di soli 49 euro.

offerte a confronto sky wifi

Voto complessivo – 9

In conclusione, il mio giudizio su Sky WiFi è più che positivo. Per chi cerca una connessione veloce e al tempo stesso senza problemi, l’offerta di Sky è sicuramente da consigliare. Costa un po’ di più delle altre ma può contare su un supporto di altissima qualità: per qualsiasi problema basta chiamare il 170 e qualcuno si prenderà cura di te per aiutarti.

Il modem fornito in comodato d’uso non è il massimo per funzionalità e prestazioni. Non supporta il WiFi 6 e manca di alcune funzionalità come la porta USB e la possibilità di configurare una VPN. Inoltre il pannello di gestione accessibile via browser è un po’ limitato perché la maggior parte delle opzioni devono essere gestite e configurate attraverso l’app Sky WiFi. Chi ha esigenze particolari può sempre sostituirlo con uno proprietario.