Se hai trovato su Internet un video in mkv che non riesci a riprodurre, devi convertirlo in un formato compatibile come quello mp4 che è supportato da tutti i dispositivi come smartphone, smart tv, console o altro ancora. Se non sai come, qui troverai una guida semplice per farlo.

Più che un formato, l’mkv è un contenitore di video, audio e sottotitoli. In altre parole, un file mkv al suo interno ha più tracce. Oltre quella video, ci possono essere più tracce audio (una per ogni lingua) ed eventualmente più sottotitoli. L’mkv è molto utilizzato proprio per questo, perché permette di distribuire su Internet film e serie tv mantenendo sia l’audio originale, sia quello doppiato e i vari sottotitoli.

I file mkv non sono riproducibili su tutti i dispositivi: in alcuni casi devono essere convertiti. Per farlo ci sono diversi strumenti. Tra quelli gratuiti, quello che preferisco è VidCoder. Si tratta di un programma open source, e quindi completamente gratuito. A differenza di altri che sono gratuiti solo in parte, non ha pubblicità o adware nascosti, e non c’è una versione pro a pagamento.

È basato su HandBrake, uno dei migliori software di conversione gratuiti. Le funzionalità quindi sono le stesse, solo che HandBrake ha un’interfaccia più complessa ed è in inglese. VidCoder, invece, è più intuitivo ed è in italiano. Ecco perché preferisco utilizzare VidCoder al posto HandBrake.

VidCoder inoltre supporta il nuovo codec H.265 che è più efficiente dell’H.264. Se quindi hai un video che è stato realizzato col codec H.264, con VidCoder puoi convertirlo conservando la stessa qualità ma ottenendo un file finale di dimensioni più piccole. Attento però: non tutti i dispositivi supportano ancora il codec H.265.

In questa guida ti farò vedere come convertire un file mkv in mp4. Inutile convertire un video mkv in avi: oggi l’mp4 è il formato più utilizzato ed è supportato da tutti i dispositivi, anche smartphone Android, prodotti Apple, console, smart tv e altro.

VidCoder è un programma facile da usare ma allo stesso tempo molto potente. Se non sei un esperto di conversione video, puoi usare uno dei profili predefiniti che ti permettono di configurare le impostazioni ottimali per il dispositivo sul quale devi riprodurre il video. Puoi comunque accedere alle impostazioni avanzate per configurare ogni singolo aspetto della codifica, dal formato per il video a quello per l’audio.

Come convertire un video da mkv a mp4 con VidCoder

Per questa guida di esempio, ho usato un mkv che ha un video in full hd realizzato col codec H.264, 4 tracce audio e sottotitoli. Il file originale ha una dimensione di circa 13 GB e lo convertirò in mp4 con VidCoder mantenendo la qualità originale e usando il codec H.265. Ecco come procedere.

  1. Scarica VidCoder dal sito ufficiale. Puoi scegliere di installare la versione stabile o quella beta. Io ti consiglio la beta così hai le ultime funzioni. Se poi dovesse darti problemi, puoi sempre disinstallarla e installare la versione stabile.
  2. Avvia VidCoder.
  3. Clicca su Opzioni globali.
  4. Spostati nella sezione Processo.
  5. Qui puoi impostare le preferenze per le risorse e il numero di processori da assegnare a VidCoder durante il processo di conversione. Più sono le risorse che assegni a VidCoder e più veloce sarà la codifica del video.Convertire un video mkv in mp4 mantenendo la qualità
  6. Clicca su OK per chiudere la finestra delle opzioni.
  7. Clicca su File video e seleziona il file mkv che vuoi convertire.
  8. In VidCoder ti vengono mostrate ora tutte le informazioni sul video che hai caricato. Da qui puoi selezionare la traccia audio che vuoi importare nel file mp4 finale. I video in mkv spesso contengono più tracce audio e più sottotitoli, proprio come i DVD e i Blu-ray. Devi quindi fare attenzione a selezionare la traccia giusta altrimenti potresti avere un video finale con un audio in inglese o in un’altra lingua.Convertire un video mkv in mp4 mantenendo la qualità
  9. Clicca sul pulsante Profilo di codifica in alto. Si apre un menu a tendina da cui puoi scegliere un profilo di conversione tra quelli predefiniti. VidCoder ha diversi preset per convertire un video in un formato compatibile con la maggior parte dei dispositivi. Puoi ad esempio scegliere un profilo per la PlayStation o per un dispositivo Apple. Nel mio caso voglio ottenere la massima qualità e quindi scelgo uno dei profili Super HQ.
  10. Clicca sulla ruota dentata accanto al profilo video.
  11. Si apre la finestra da cui è possibile personalizzare tutte le opzioni di codifica, sia audio che video.
  12. Vai in Contenitore. Qui puoi scegliere il formato finale per il video. Assicurati che sia selezionato MP4 che è quello supportato da tutti i dispositivi.Convertire un video mkv in mp4 mantenendo la qualità
  13. Vai in Dimensionamento. Qui puoi eventualmente ridimensionare e tagliare il video. In genere non devi toccare queste impostazioni se vuoi mantenere il video come l’originale.
  14. Vai in Codifica Video.
  15. In Codificatore video seleziona H.265: è più efficiente dell’H.264 e quindi a parità di qualità consente di ottenere un file di dimensioni minori.
  16. In Framerate (FPS) seleziona 25.
  17. In Qualità hai diverse opzioni. Puoi scegliere di convertire il video impostando una qualità desiderata oppure specificare la dimensione per il file finale. Nel mio caso il file mkv originale è grande circa 13 GB e voglio che il file finale abbia una dimensione di circa 2 GB in modo che occupi meno spazio. Per farlo seleziono l’opzione Dimensione del bersaglio (MB) e specifico la dimensione in MB. Per ottenere la massima qualità possibile in base ai parametri impostati, spunta la voce Encoding 2-passaggi.Convertire un video mkv in mp4 mantenendo la qualità
  18. Vai in Codifica Audio.
  19. Qui puoi scegliere il formato per l’audio del video finale e il bitrate. Puoi ad esempio scegliere il formato MP3 e impostare un bitrate di 160.
  20. Clicca su Anteprima e poi su Codifica spezzone di anteprima. In questo modo puoi verificare il risultato finale prima di avviare la conversione del video. Se non ti soddisfa, puoi tornare indietro e modificare le impostazioni.Convertire un video mkv in mp4 mantenendo la qualità
  21. Se vuoi utilizzare queste impostazioni anche con altri video, puoi cliccare su Salva come e creare un nuovo profilo assegnandogli un nome (ad esempio personalizzato). In questo modo le volte successive potrai selezionare il profilo personalizzato dal menu Profilo di codifica.
  22. Chiudi la finestra delle opzioni di codifica.
  23. In Destinazione imposta la cartella in cui vuoi salvare il video finale.
  24. Clicca su Aggiungi alla coda per avviare la conversione in un secondo momento. Oppure clicca su Converti per avviare subito la codifica.

Il tempo necessario per completare la conversione dipende dal file iniziale, dalle impostazioni scelte e dalle prestazioni del computer. Potrebbero volerci anche diverse ore. Non devi far altro che aspettare con pazienza che la conversione abbia termine.