Proteggere Dropbox attivando la verifica in due passaggi

Dopo il furto di 7 milioni di password, meglio rendere più sicuro il proprio account e proteggere Dropbox attivando la verifica in due passaggi

È di queste ore la notizia che alcuni hacker hanno rubato i dati di accesso di circa 7 milioni di utenti di Dropbox, uno dei servizi online più utilizzati per la condivisione di file. La notizia è stata riportata sul sito Pastebin dove è stato anche pubblicato un elenco di alcuni degli account rubati con tanto di nome utente e password.

Dropbox, con un messaggio sul suo blog, ci ha tenuto subito a precisare che i suoi server sono sicuri e che non c’è stata alcuna falla o attacco informatico. Gli hacker, quindi, sono entrati in possesso dei dati di accesso degli utenti rubandoli da altri servizi. C’è da ricordare poi che per accedere al servizio cloud si utilizza il proprio indirizzo email e una password, ma molti preferiscono usare le stesse credenziali anche per altri servizi e questo li rende più vulnerabili.

Indipendentemente da come i pirati informatici siano riusciti a entrare in possesso dei dati di accesso degli utenti, è possibile rendere molto più sicuro il proprio account attivando la verifica in due passaggi. Si tratta di un ulteriore livello di sicurezza che è possibile attivare su diversi servizi online, tra cui appunto Dropbox. Utilizzando la verifica in due passaggi, oltre alla username e alla password, al momento dell’accesso viene richiesto anche un codice che viene inviato sul proprio telefonino con un SMS.

È quindi altamente improbabile che il pirata, oltre ad avere i dati di accesso, possa mettere le mani anche su un dispositivo personale come il telefonino. In questo modo i nostri file rimangono sempre al sicuro. Di seguito vedremo come proteggere Dropbox attivando la verifica in due passaggi.

Per prima cosa andiamo su Dropbox ed effettuiamo l’accesso col nostro account. Clicchiamo quindi sul nostro nome in alto a destra e dal menu che si apre selezioniamo Impostazioni. Spostiamoci nella scheda Sicurezza e clicchiamo sulla voce Attiva presente nella sezione Verifica in due passaggi.

verifica in due passaggi dropbox 1

Proseguiamo cliccando su Inizia. Inseriamo nuovamente la password di Dropbox e clicchiamo su Avanti. A questo punto una nuova finestra ci chiederà come vogliamo ricevere i codici di sicurezza. Scegliamo Utilizza gli SMS e proseguiamo con Avanti.

verifica in due passaggi dropbox 2

Al passo successivo, selezioniamo il prefisso internazionale (nel nostro caso +39) e digitiamo il numero del nostro cellulare. Premiamo su Avanti e andiamo sul nostro telefonino: dopo alcuni secondi riceveremo un SMS col codice di sicurezza necessario a verificare il numero telefonico. Inseriamolo nel campo mostrato nella finestra e clicchiamo su Avanti.

verifica in due passaggi dropbox 3

A questo punto ci viene data la possibilità di inserire un secondo numero di telefono su cui ricevere l’SMS, ma non è obbligatorio farlo: basta il primo. Premiamo su Avanti per proseguire. Ci viene ora fornito un codice di emergenza di riserva che dobbiamo copiare e annotare da qualche parte perché ci potrà essere utile per disabilitare la verifica in due passaggi e accedere al nostro account. Non ci resta che cliccare su Attiva verifica in due passaggi per completare la procedura di attivazione.

verifica in due passaggi dropbox 4

La prossima volta che effettueremo l’accesso a Dropbox, dopo aver inserito email e password, ci verrà richiesto di digitare anche il codice di sicurezza che viene inviato ogni volta al proprio numero di cellulare.

 

top reviews

Nuovo Google Daydream View, come va e cosa cambia dal vecchio

Abbiamo provato la nuova versione del visore Google Daydream View per capire se vale la pena acquistarlo e in cosa differisce dal vecchio Col lancio...

Recensione Apple Watch Serie 4

Abbiamo provato la nuova Serie 4 del più desiderato e più venduto smartwatch al mondo. Sarà vera gloria? L’Apple Watch era già da tempo l’orologio...

Recensione iPhone XS Max, l’iPhone più costoso di sempre

Può arrivare a costare oltre 1600 euro, ma vale davvero la pena spendere tutti questi soldi per uno smartphone? L’iPhone XS Max è il telefonino...

Recensione Amazon echo spot: può davvero rivaleggiare con Google Home?

Tutte le nostre impressioni dopo una settimana con l’echo spot: può davvero rivaleggiare col Google Home? Amazon ha reso disponibile da poco in Italia i...

how to

12 trucchi per trovare tutto su Twitter

Dodici modi per sfruttare le potenzialità di Twitter per effettuare ricerche mirate tra i milioni di tweet che vengono inviati ogni giorno La funzione di ricerca...

Usare l’ECG dell’Apple Watch in Italia, come fare

L’Apple Watch serie 4 consente di misurare l’elettrocardiogramma, ecco come attivare e usare l'ECG anche in Italia. Apple ha rilasciato finalmente l’aggiornamento watchOS 5.1.2 per...

Configurare i DNS di Google su Android Pie (9.0)

Come aggirare i blocchi dei provider quando navighi dallo smartphone e impedirgli di tracciare le tue attività online. Cambiando i DNS puoi impedire al tuo...

Root Android, cos’è e come si esegue

Vediamo a cosa serve ottenere i permessi di root su un dispositivo Android e qual è la procedura da seguire in base al proprio...

Come salvare più email in un solo pdf

Una soluzione veloce per salvare tutte le email che desideri in un unico file pdf, basta un clic e non costa nulla. Ti sarà capitato...